Sei qui:  / Articoli / Informazione / Rai Corporation, interrogazione di sen. Vincenzo Vita

Rai Corporation, interrogazione di sen. Vincenzo Vita

 

Interrogazione a risposta scritta a
– Rai – Radiotelevisione italiana S.p.A.
– Commissione Parlamentare per l’Indirizzo Generale  e la Vigilanza dei Servizi Radiotelevisivi

Premesso che:
– la Rai Corporation, con sede a New York, ha rappresentato negli anni un  riferimento culturale per la comunità italiana negli Stati Uniti, nonché un legame con l’Italia che il servizio pubblico da sempre ha garantito;
dopo sessant’anni di attività la Rai Corporation ha chiuso i battenti. I giornalisti Dino Cerri ( Tg1), Gerardo Greco ( Tg2),  – Giovanna Botteri del (Tg3) ed Olga Cortese di (Rai News24)  sono stati “acquisiti” dall’ Associated Press tv e parte delle attrezzature che erano della Rai è stata spostata ad AP;
– una compagnia esterna “Media Kyte” ha l’onere di sostenere, sotto forma di subappalto Rai,  figure professionali come cameramen, montatori e producers;
– i tecnici e i lavoratori che hanno lavorato per anni  con dedizione e sacrificio per le trasmissioni della Rai negli Stati Uniti sono rimasti senza lavoro: la Rai mette in crisi 38 famiglie italiane, senza nemmeno curarsi dell’assicurazione sanitaria, vitale negli Stati Uniti, con un sussidio di disoccupazione che è pari più o meno al 20% dello stipendio mensile, per un periodo di sei mesi;
– numerosi i dipendenti licenziati che hanno lavorato in Rai per più di trent’anni o, persino, per quarant’anni;
– risulterebbe che i dipendenti abbiano più volte evidenziato le difficoltà dell’azienda in termini di bilancio o flusso produttivo, senza ricevere alcuna risposta in merito, mentre si è arrivati direttamente alla chiusura delle sedi Rai all’estero.

Si chiede di conoscere:
quali iniziative l’azienda intenda intraprendere per evitare la chiusura definitiva delle sedi Rai estere che rappresentano un polo culturale fondamentale per gli italiani all’estero e per gli stessi italiani in Italia;
quali misure l’azienda intenda portare avanti per salvaguardare le famiglie dei dipendenti licenziati.

Vincenzo Maria Vita

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE