Sei qui:  / Articoli / Il giornalista egiziano ucciso dal Coronavirus contagiato nella prigione di Patrick Zaky

Il giornalista egiziano ucciso dal Coronavirus contagiato nella prigione di Patrick Zaky

 
Mohamed Munir è, ufficialmente ed è bene precisarlo, il primo detenuto morto a causa del Covid-19 in Egitto: il decesso risale al 13 luglio, al termine di 11 giorni di ricovero ospedaliero.
Munir, 65 anni, aveva contratto il virus nella prigione di Tora, dove era in attesa di giudizio da metà giugno. All’inizio del mese era comparso sull’emittente televisiva Al Jazeera, vista come il fumo negli occhi dalle autorità egiziane, e questa e solo questa era stata la ragione del suo arresto.
Come noto, nella stessa prigione dove Munir è stato contagiato dal Covid-19 è detenuto anche Patrick Zaky cui, sempre il 13 luglio, sono stati imposti altri 45 giorni di detenzione preventiva nonostante sia un soggetto particolarmente a rischio di contagio, essendo affetto da asma bronchiale.
Cosa aspetta il governo italiano a chiedere il suo rilascio?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.