Sei qui:  / Opinioni / Una campagna di comunicazione civile. Il mondo cambia improvvisamente, e noi ?  

Una campagna di comunicazione civile. Il mondo cambia improvvisamente, e noi ?  

 
In questo frattempo dilatato, Paolo Bernacca ed io abbiamo pensato una campagna civile, di educazione, correttezza, sincerità e gentilezza, in politica soprattutto.
L’opposizione in questo paese, continua ad essere sguaiata, incivile, ineducata, perseguendo sempre e solo una ininterrotta campagna politica senza alcuna azione vera e disinteressata per il bene comune dei cittadini.
In particolare ci siamo chiesti: Matteo Salvini è riuscito mai a dire qualcosa di buono e di gentile  agli italiani,  ad esprimere qualche forma di empatia che non fosse compromessa e strumentalizzata da suo ipertrofico ego politico?
Ci pare di no. Non solo, guardandolo nei suoi selfie, nelle sue violente interviste si vede che è “incazzato nero”.
Tutti noi, nel nostro intimo, alla fine sappiamo la verità. Il sotto testo evidente di Salvini, qualsiasi cosa dica nel testo, è: “Avrei potuto essere io l’eroe di questa battaglia anti covid19, invece sono in panchina, fuori campo, e per colpa mia.”
Allora abbiamo pensato è il momento di mandare Salvini dal suo psicanalista di fiducia.
Effetti collaterali nasce come una campagna con testi e disegni, in senso lato anti – Salvini ma poi estendibile ad altri signori che necessitano una terapia. Cerchiamo di diffonderla come iniziativa sociale no profit e per una migliore qualità della vita. No profit perché quello che desideriamo ha un valore molto più alto del denaro e certo non facile da ottenere.

Effetti collaterali

Paolo Bernacca, Stefano Scialotti

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE