Sei qui:  / Culture / Teatro / Teatro Vittoria.  “Turandò”: la moderna Cina, costola del pianeta, cantata e recitata da Musica Nuda

Teatro Vittoria.  “Turandò”: la moderna Cina, costola del pianeta, cantata e recitata da Musica Nuda

 

“Musica nuda” è nata dall’ incontro fortuito tra Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Cantante solista con all’attivo già quattro album, nel gennaio 2003 Petra Magoni aveva in programma un mini-tour, ma proprio il giorno del primo concerto un elemento della band cadde malato. Petra allora chiese a Ferruccio, già contrabbassista degli Avion Travel, di sostituirlo. Il concerto ottenne un tale successo che i due protagonisti di questo “Voice’n’bass” combo, nel giro di qualche settimana, misero insieme un intero repertorio composto dalle canzoni che più amavano e registrarono in una sola giornata il loro primo album “Musica Nuda”, titolo che darà poi il nome anche al loro duo. 

“Musica Nuda”, grazie alla straordinaria voce di Petra Magoni e all’insostituibile contrabbasso di Ferruccio Spinetti, ha trasformato Turandot, l’opera lirica di Giacomo Puccini in “Turandò”, con un adattamento jazz molto originale e una recitazione, per loro del tutto inedita, che è brillante ed efficace. Anche in questa particolare Turandò, c’è un favolistico regno Cinese, con una principessa che ha messo se stessa al primo posto e, se costretta dal padre Imperatore a sposarsi, decide di accettare come consorte solo chi riuscirà a risolvere tre difficili indovinelli. Per chi fallisce c’è invece la decapitazione. Un coro chiede: si può essere crudeli al punto di uccidere chi ha fallito in un’impresa d’amore? Un altro coro risponde: non è crudele uccidere chi è così stupido da mettere in palio la propria vita per una donna che ha visto solo in foto.

 Il pubblico ride alle battute sdrammatizzanti, che illuminano il ridicolo dei rapporti umani in una piéce teatrale e canora che non vuole essere una contrapposizione di latitudini – oriente e occidente – o di generi – maschi contro femmine – ma un discorso più generale, una riflessione semiseria sui cambiamenti del mondo moderno. Molti sono i rimandi alla Cina attuale, ad esempio la protesta che ebbe luogo a Pechino in piazza Tienanmen dal 15 aprile al 4 giugno 1989; il volto autocratico del potere in un paese sterminato, simbolo dell’involuzione del controllo mediatico e digitale sugli esseri umani. Atmosfere che ricordano “1984” di George Orwell. Racconto musicale che parte dalle arie di Puccini, accenna in maniera straordinaria al largo del concerto in D minore per due violini di Bach, approda a cover contemporanee e brani inediti in puro stile Musica Nuda. Il pubblico del Vittoria a Roma si è profuso in applausi sentiti.

 Fino al 16 febbraio 2020 

CORVINO PRODUZIONI 

in collaborazione con Bubba Music 

presenta 

TURANDO’ 

con 

MUSICA NUDA 

Petra Magoni & Ferruccio Spinetti 

Testo e Regia Marta Della Via 

 TEATRO VITTORIA – ATTORI & TECNICI _ Piazza S. Maria Liberatrice 10, Roma (Testaccio) 

Botteghino: 06 5740170 – 06 5740598 

Vendita on-line e info: www.teatrovittoria.it 

Come arrivare: Metro: Piramide; Bus: 170, 781, 83, 3 

Comunicazione: info@teatrovittoria.it e uffstampa@teatrovittoria.it 

Responsabile Ufficio Stampa: Teresa Bartoli 348.7932811 – ter.bartoli@gmail.com 

Biglietti 

– intero: platea € 30, galleria € 24 

– ridotto (under 26/over 65): platea € 23, galleria € 20 

– bambini (under 12): platea € 15, galleria € 14 

Scena Roberto Di Fresco – Audio Alessio Lotti – Luci Stefano Delle Piane 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE