Sei qui:  / Articoli / Informazione / Libridine / “Ombre sul web. 10 racconti per riconoscere i pericoli nella rete”. Il 12 novembre la presentazione in Fnsi

“Ombre sul web. 10 racconti per riconoscere i pericoli nella rete”. Il 12 novembre la presentazione in Fnsi

 

Interverrà anche il Capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli alla presentazione del primo dei “Quaderni di Amano disarmata” dedicato ai pericoli della rete. “Ombre sul web” edito da Lastaria, si compone di 10 racconti, ispirati a storie vere, che narrano delle minacce a cui si può andare incontro navigando in rete o sui social.

La presentazione del libro, firmato da Paolo Butturini, Giuseppe Cesaro e dal Prefetto Roberto Sgalla, impreziosito dai disegni di Alexandra Timofte si terrà martedì 12 novembre alle ore 11 alla Federazione Nazionale della Stampa (sala Walter Tobagi, corso Vittorio Emanuele II 349 – Roma). Interverranno il presidente e il segretario della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, gli autori e Cristina Bonucchi, psicologa e direttore tecnico superiore della Polizia di Stato. Alla fine, una rappresentanza di studenti e docenti porranno alcune domande al Capo della Polizia sui temi trattati nel libro.

 

SINOSSI DEL QUADERNO

L’esplosione dei social e la loro diffusione sempre più capillare hanno creato una sorta di mondo parallelo nelle pieghe del quale sono proliferate anche insidie e veri e propri crimini. Quotidianamente i media riportano storie drammatiche che coinvolgono adolescenti, adulti e intere famiglie.
Dalla pedopornografia al revenge porno, dal furto di identità al cyberbullismo, dalla radicalizzazione islamica al gioco d’azzardo illegale il web espone i più deboli e meno strutturati psicologicamente a rischi che possono generare sciagure.

Lo scopo di questo quaderno, che si avvale della collaborazione degli esperti della Polizia di Stato, è ampliare la conoscenza dei tranelli che si nascondono dietro a siti, chat, servizi di messaggistica e altri strumenti di comunicazione interpersonale e collettiva. Lo fa con dieci racconti di fantasia, ma ispirati a episodi realmente accaduti, che esemplificano alcune delle minacce che incombono su chi naviga in rete, qualsiasi sia l’età, il sesso o l’appartenenza sociale.

Il contributo scientifico del Prefetto Roberto Sgalla (già Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato), un manualetto di autodifesa e una breve panoramica legislativa completano questa guida agile per ragazzi e famiglie. La pubblicazione è la prima di una serie di “quaderni” a cura dell’Associazione “A mano disarmata” che da anni organizza il “Forum dell’informazione contro le mafie”, con lo scopo di diffondere la cultura della legalità e difendere il ruolo dell’informazione come presidio democratico e civile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.