Sei qui:  / Culture / Teatro / ‘Cose Così’ ha riaperto la stagione di Eliseo Off

‘Cose Così’ ha riaperto la stagione di Eliseo Off

 

Tre coppie, con le proprie piccole gioie, i propri misurati dolori. Una vita priva di eccessi, fatta di cose terribilmente normali, al limite della banalità. Il racconto di un giorno qualunque, 24 ore che diventano metafora della vita intera. Non c’è suspence, non ci sono colpi di scena, si tratta di vite comuni che proprio in questo quotidiano apparentemente senza eccessi sono capaci di trasmettere commozione, tristezza, rabbia, ma anche gioia e spensieratezza.

Al Teatro Eliseo è ripartito il centro di produzione permanente dedicato alla nuova drammaturgia, lo spazio Eliseo Off, che – nato la scorsa stagione –, situato nel foyer di II balconata, consente agli artisti una sperimentazione continua. A riaprire la stagione, fatta di novità assolute, lo scorso 4 novembre lo spettacolo scritto da Paola Ponti per la regia di Danilo Nigrelli, “Cose così”, che resterà in scena fino al 28 novembre. Si tratta di un’opera innovativa ed originale, ispirata ai racconti di Raymond Carver, unanimemente riconosciuto uno dei più grandi autori della narrativa breve. All’indomani della sua prima pubblicazione, scrissero di lui “viene lodata, in particolare, la capacità dello scrittore di ridurre al minimo essenziale la storia e le parole usate per raccontarla”. Paola Ponti mutuando quindi dalle storie carveriane, è riuscita a scrivere un plot drammatico contraddistinto da una forte autorialità che ha il coraggio di raccontare il quotidiano.

“Sono personaggi di ‘tutti i giorni’ che insieme rappresentano nella loro unicità, i dolori, le speranze e le delusioni in una condensazione di eventi che portano queste 24 ore a diventare in qualche modo l’arco di una vita”, ha scritto Nigrelli nelle note di regia, il quale  ha aggiunto “Come si raccontano Cose così? Forse l’unica strada che possiamo percorrere è quella indicata da Carver, senza sentimentalismo ma con passione, senza psicologismo ma in profondità. E con quel lieve senso di stornamento che la vita dà, quando è ‘al naturale’, così come ce la serve Carver”. Un appuntamento da non mancare.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.