Sei qui:  / Articoli / Informazione / Minacce e Vittime / Mauro Donato ancora detenuto in Serbia, appello di Fnsi e Subalpina per il rilascio

Mauro Donato ancora detenuto in Serbia, appello di Fnsi e Subalpina per il rilascio

 
«È inaccettabile che un giornalista, un cittadino italiano venga detenuto in condizioni dure senza che le autorità forniscano dettagliate spiegazioni». Il sindacato dei giornalisti torna a chiedere alle autorità italiane di intervenire a tutti i livelli per ottenere la liberazione del nostro connazionale.
Prosegue la detenzione in Serbia del fotoreporter torinese Mauro Donato, che dura ormai da due settimane, e anche l’udienza di oggi che doveva essere risolutiva non ha sbloccato la situazione.
Federazione Nazionale della Stampa Italiana e Associazione Stampa Subalpina ritengono doveroso che venga fatta chiarezza al più presto affinché Mauro Donato sia rilasciato e possa far ritorno a casa.
«È inaccettabile che un giornalista, un cittadino italiano venga detenuto in condizioni dure senza che le autorità forniscano dettagliate spiegazioni», commenta il sindacato dei giornalisti, che torna a chiedere alle autorità italiane «di intervenire a tutti i livelli per ottenere la liberazione del nostro connazionale».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE