Sei qui:  / Blog / Molestie, l’onda che non si arresta

Molestie, l’onda che non si arresta

 

di Sara Ventroni

“Liberarsi dal potere dell’abuso sessuale, nelle produzioni cinematografiche come nelle fabbriche, è immaginabile solo grazie al coraggio di “magnifiche donne” e “uomini fenomenali”.

Oprah Winfrey correrà per le presidenziali americane. O forse no. Ma chi lo sa. Non è questo il punto. Il rumour – tra endorsement e scongiuri – sembra arrivato in tempo per smorzare, fingendo di amplificarlo, lo scroscio planetario di applausi e gli occhi lucidi allo storico discorso ai Golden Globe. Le donne che raccontano la loro storia adesso sono la Storia. Questo, il succo politico del discorso. Il resto è pettegolezzo… Continua su cheliberta

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE