Sei qui:  / News / Diritti umani 2017, Premio Makwan al poeta Vikram Seth e Premio Hamel al calciatore Sulley Muntari

Diritti umani 2017, Premio Makwan al poeta Vikram Seth e Premio Hamel al calciatore Sulley Muntari

 

Come ogni fine d’anno, la giuria internazionale di EveryOne Group assegna due riconoscimenti umanitari: il Premio Makwan per i diritti umani e il Premio Eddie Hamel per l’antirazzismo nello sport. Il Premio Makwan 2017 è stato assegnato al poeta e attivista indiano Vikram Seth. Nato a Kolkata (India) il 20 giugno 1952, è un poeta, romanziere e difensore dei diritti umani. Ha vinto alcuni fra i più importanti premi letterari in India ed è considerato uno degli scrittori indiani più influenti del nostro tempo. È figlio di Prem e Leila Seth (20 ottobre 1930 – 5 maggio 2017), quest’ultima famosa per essere stata la prima donna a fare parte di una Corte Suprema in India. Nel 2006 Vikram Seth ha promosso una campagna contro l’articolo 377 del codice penale indiano, una vera e propria legge contro l’omosessualità. La madre ha sostenuto con enorme impegno questa azione civile. Per la comunità Lgbt e i difensori dei diritti umani in India, Vikram Seth è un simbolo di speranza. Il Premio Makwan, dedicato alla memoria di Makwan Moloudzadeh, ventenne gay impiccato in Iran il 5 dicembre 2007, ha raggiunto l’undicesima edizione.

Il Premio Eddie Hamel, assegnato ogni anno a un atleta o a una società sportiva capace di distinguersi per un contributo all’eliminazione del razzismo, della xenofobia e dell’omofobia, è stato assegnato al calciatore ghanese trentatreenne Sulley Muntari (nella foto), centrocampista attualmente svincolato. Il 30 aprile 2017, quando militava nel Pescara, in Serie A, ha abbandonato il campo durante la partita Cagliari-Pescara, dopo essere stato oggetto prima di insulti razzisti da parte della tifoseria cagliaritana, poi di un’ammonizione – in seguito alle sue giuste proteste – da parte dell’arbitro. In un’intervista rilasciata alla BBC, il giocatore ha incoraggiato tutti gli atleti ad interrompere le loro performances nel caso siano fatti oggetto di cori, insulti o atteggiamenti intolleranti. Ha affermato inoltre che “Fifa e Uefa non combattono il razzismo con impegno sufficiente”. 
Eddie Hamel era un calciatore ebreo statunitense che giocò nell’Ajax di Amsterdam dal 1922 al 1930. Quando la Germania invase i Paesi Bassi, fu deportato ad Auschwitz-Birkenau e assassinato il 30 aprile 1943.
 
Albo d’oro del Premio Makwan

2007 – Glenys Robinson
2008 – Viktória Mohácsi
2009 – Burnad Fatima Nateson
2010 – Nikolay Alexeyev
2011 – Hamdy Al-Azazy
2012 – Cittadinanza Attiva di Civitanova Marche
2013 – Patrick Leuben Mukajanga
2014 – Timothy Donald Cook
2015 – Isoke Aikpitanyi and Claudio Magnabosco
2016 – Máxima Acuña Atalaya de Chaupe
2017 – Vikram Seth
 
Albo d’oro del Premio Eddie Hamel
 
2008 – Thierry Henry e Rio Ferdinand
2009 – Mario Balotelli, Bănel Nicoliţă e Matthew Booth
2010 – Internazionale Milano
2011 – Georges Alexandre e Dewey Bozella
2012 – Orlando Cruz
2013 – Harlem Globetrotters
2014 – Warwick University Rowing Club
2015 – Sport Against Racism Ireland (SARI)
2016 – Yaya Touré (Menzione Speciale)
2017 – Sulley Muntari

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE