Sei qui:  / Blog / Festival Francescano, è ‘boom’ di visitatori: oltre cinquantamila a Bologna

Festival Francescano, è ‘boom’ di visitatori: oltre cinquantamila a Bologna

 

50mila visitatori, 300 frati e suore impegnati, cento volontari. Tutti i numeri di un successo che passa per il confronto e il dialogo

La nona edizione del Festival Francescano si è confermata un’occasione di confronto tra tante realtà provenienti da tutta l’Italia, un’occasione d’incontro diretto tra le persone e i tanti francescani presenti in piazza (frati e suore circa 300, francescani secolari 500, più un centinaio di volontari). Il pubblico ha dimostrato di apprezzare la proposta degli eventi. Ammontano infatti a 50.000 le presenze, secondo una prima stima fornita dagli organizzatori. Particolarmente seguite le proposte di “spiritualità”, tutte rigorosamente “sulla strada”, con migliaia di persone coinvolte.

Sicuramente la manifestazione s’inserisce in un periodo che ha visto e vedrà Bologna al centro d’importanti eventi per il mondo della Chiesa: la recente visita del patriarca Bartolomeo e il prossimo arrivo del Papa, il primo ottobre. “Sarà merito di monsignor Zuppi – ha detto dal palco delle conferenze, di cui è responsabile, fra Dino Dozzi – Mi pare che questo Vescovo ringiovanisca la Chiesa!. E proprio ai giovani è stata dedicata questa edizione del Festival, con tante presenze soprattutto durante i momenti di divertimento, come i balli del venerdì sera o lo spettacolo del sabato, ma anche come ospiti: lo youtuber Daniele Selvitella, l’atleta Martina Caironi, il giornalista Giampaolo Musumeci, solo per citarne alcuni. Sul futuro che dovremo affrontare, come singoli e come comunità, il messaggio francescano è chiaro.

Rispolverare i valori di fraternità, giustizia, pace, rispetto del Creato, essenzialità e dialogo che fondano il movimento generato da Francesco d’Assisi. Anche il futuro del Festival, che sta per compiere dieci anni, è stato oggetto di riflessione da parte del Movimento francescano dell’Emilia-Romagna che lo organizza. Prosegue dunque il bilancio delle edizioni passate per trovare nuove proposte per il futuro. La discussione, in ogni caso, può contare su un elemento fondamentale: la straordinaria accoglienza della Diocesi, delle amministrazioni locali e della gente di Bologna.

Da sanfrancesco

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE