Sei qui:  / Articoli / Informazione / Andy Rocchelli. Svolta nell’inchiesta. Arrestato un italo-ucraino

Andy Rocchelli. Svolta nell’inchiesta. Arrestato un italo-ucraino

 
Svolta nell’inchiesta sul fotoreporter italiano ucciso 3 anni fa mentre documentava la guerra nel Donbass, nell’Ucraina orientale.  Questa mattina a Bologna personale del R.O.S. – Reparto Anticrimine di Milano ha arrestato un cittadino italo-ucraino, ritenuto responsabile, in concorso con altri non ancora identificati, dell’omicidio di Andrea Rocchelli, dell’interprete russo Andrej Mironov e del ferimento del foto-reporter francese William Roguelon, avvenuti il 24 maggio 2014 a Sloviansk.
Rocchelli si trovava in Ucraina, nella regione del Donbass per documentare il conflitto interno in corso tra le forze regolari Ucraine e le milizie separatiste filo russe, dell’Autoproclamata Repubblica Popolare del Donetsk, e nello specifico per documentare le vittime civili del citato conflitto. Rocchelli era noto in tale ambito lavorativo per i molteplici reportage realizzati, sempre in zone di conflitto e sempre tesi a documentare il ripercuotersi di tali eventi sulle popolazioni civili. Andy si trovava in Ucraina dall’inizio del mese di maggio 2014, unitamente all’interprete russo Mironov Andrej, anch’esso vittima dei fatti del 24 maggio 2014, fatti nel corso dei quali perdevano la vita entrambi e rimaneva ferito il foto-reporter francese Roguelon William.
Ulteriori particolari saranno illustrati durante la conferenza stampa che sarà tenuta presso la Procura della Repubblica di Pavia, sabato 1 luglio alle ore 11.45.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE