Sei qui:  / Articoli / Informazione / “Parole O_Stili” sbarca a scuola. “Perché le parole sono importanti”. Il 15 maggio a Milano

“Parole O_Stili” sbarca a scuola. “Perché le parole sono importanti”. Il 15 maggio a Milano

 

Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti in tempi non sospetti (“Palombella rossa”, 1989). Sono passati tanti anni, quasi trenta. E le parole, in questo mondo sempre più social, sono diventate ancora più importanti. Vanno maneggiate con estrema cura.
Recentemente è nato un movimento che va in questa direzione. Tutto è partito tre mesi fa da Trieste. Ora la platea si allarga: lunedì 15 la manifestazione “Parole O_Stili” riparte da Milano (appuntamento alle 10 all’Unicredit Pavilion di piazzale Gae Aulenti), con eventi collegati a Cagliari, Matera e ancora Trieste.
Dicono gli organizzatori: «Il potere delle parole: commuovono, scaldano il cuore, valorizzano, danno fiducia, semplicemente uniscono… E poi ci sono tweet, post e status: feriscono, fanno arrabbiare, offendono, denigrano, inesorabilmente allontanano. Perché se è fottutamente vero che i social network sono luoghi virtuali dove si incontrano persone reali, allora viene da domandarsi chi siamo e con chi vogliamo condividere questo luogo. “Parole O_Stili” ha l’ambizione di essere questo: l’occasione per ridefinire lo stile con cui stare in rete e magari diffondere il virus positivo dello “scelgo le parole con cura”, perché “le parole sono importanti”…». Appunto.
Nella due giorni triestina di febbraio – alla presenza di Laura Boldrini, Gianni Morandi e tanti protagonisti del giornalismo, della comunicazione, della cultura, della politica – c’è stato un primo e importante confronto su linguaggi e comportamenti digitali.
Ora “Condivido – Il Manifesto della Comunicazione non ostile nelle scuole” approda nelle scuole, alla presenza del ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, che parteciperà alla mattinata milanese. Al centro dell’evento ci sarà il “Manifesto della comunicazione non ostile”, la carta lanciata da Trieste che raccoglie i dieci princìpi proposti e votati dalla Rete negli scorsi mesi per «ridurre, arginare e combattere i linguaggi negativi che si propagano in Rete». Oltre 20.000 gli studenti finora iscritti per seguire la diretta streaming.
Fnsi e Assostampa del Friuli Venezia Giulia hanno partecipato alla manifestazione “Parole O_Stili” a Trieste, aderendo al manifesto. E parteciperanno alla mattinata di lunedì.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE