Sei qui:  / Opinioni / Fate cessare l’Olocausto di Aleppo – Lettera aperta all’ambasciatore russo

Fate cessare l’Olocausto di Aleppo – Lettera aperta all’ambasciatore russo

 

Ambasciatore Sergey RAZOV,  (email: rusembassy@libero.it)

la Russia sostiene il governo siriano guidato da Bashar Assad, che continua a bombardare ospedali e scuole, soprattutto nella zona di Aleppo. Questi stermini di civili inermi – malati in terapia intensiva, donne con i loro figli appena nati nei reparti di ginecologia o bambini dilaniati nei loro banchi – sono crimini di guerra. Nonostante questo, il Paese che lei rappresenta non ha mai preso ufficialmente posizione, per chiedere al proprio alleato siriano di cessare queste stragi disumane.

Ambasciatore Sergey RAZOV,

la vostra omertà è complicità. L’opinione pubblica mondiale vi sta osservando con sconcerto, perché nessuno pensava che una nazione che ha combattuto contro il nazismo potesse macchiarsi dell’Olocausto di Aleppo. Come cittadini italiani chiediamo che il suo Paese usi la propria influenza sul governo di Bashar Assad, per fermare immediatamente le stragi dei civili più deboli – già stremati da fame e sete – e consenta l’arrivo di aiuti umanitari per la popolazione, che vive ormai sotto le macerie insieme ai loro morti, che non riescono nemmeno a seppellire.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE