Sei qui:  / News / Premio giornalistico Pietro di Donato sulla sicurezza in ambiente di lavoro. Quinta edizione

Premio giornalistico Pietro di Donato sulla sicurezza in ambiente di lavoro. Quinta edizione

 

In occasione della Giornata Mondiale della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (We all love sicurezza, Pescara Auditorium Petruzzi) il Comune di Taranta Peligna ha lanciato la quinta edizione del Premio Di Donato. Il PREMIO GIORNALISTICO, organizzato in collaborazione con INAIL Abruzzo, INAIL NAZIONALE, Ordine dei Giornalisti, ANCI NAZIONALE, ENEL SPA, ANMIL e CIA, è riservato al miglior articolo/inchiesta (carta, tv, radio ed internet) sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro.

Le novità presentate oggi a Pescara in anteprima dal Sindaco di Taranta riguardano la richiesta di inserimento di INAIL Abruzzo nel Comitato Organizzatore e nella variazione del Regolamento per quel che concerne l’attribuzione dei premi. Ci saranno i 3 primi premi per ogni categoria di produzione giornalistica, carta stampata, radio-tv e Internet e tre secondi premi sempre per le stesse tipologie di comunicazione, sempre sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro.

Pietro Di Donato, scrittore italo – americano di origini abruzzesi (a Taranta Peligna nacque la nonna), divenne famoso per il suo best seller “Cristo fra i muratori”, reso celebre tra l’altro per la sua versione cinematografica interpretata da Sam Wanamaker e Lea Padovani per la regia di Edward Dmytryk. Cristo fra i muratori è un romanzo di forte denuncia sociale. L’episodio intorno al quale ruota lo sviluppo della storia nel racconto e che, allo stesso tempo, influenzò fortemente la vita  di Pietro Di Donato è la morte del padre in un cantiere di lavoro edile della America degli anni ’20 dovuta sostanzialmente alle inesistenti misure di sicurezza. Il Premio Giornalistico, alla sua quinta edizione dopo le precedenti di grande successo in partecipazione ed in qualità delle adesioni, si ripropone di far accrescere in tutti i settori la sensibilità nei confronti della sicurezza in ambiente di lavoro e di far mantenere alta l’attenzione dei cittadini su questo tema di drammatica attualità attraverso un’azione capillare e permanente di sensibilizzazione e di informazione e nello stesso tempo di far conoscere l’opera e l’impegno civile dello scrittore italo-americano Pietro Di Donato.

Che poi sia un Comune di 400 abitanti a promuovere e a organizzare il Premio costituisce un fattore di non poco conto. Non solo per la disparità fra classe demografica (piccolissima) e rilevanza del tema (grandissima), ma per l’ennesima conferma che anche piccole Comunità possano essere un vero e proprio paradigma di una Italia Minore, laboratori in grado di ideare, progettare e innovare. E’ confermata anche per questa Edizione una sezione speciale riservata alle produzioni giornalistiche nel settore della Agricoltura, a cura della CIA, e la presenza in occasione della cerimonia di Premiazione del Vicepresidente del CSM Giovanni Legnini.

In occasione dell’evento conclusivo a fine ottobre (il 29), sarà presentato il progetto di costruzione dell’archivio delle proposte raccolte nelle diverse  edizioni (ad oggi circa un centinaio), in modo da pubblicare sul sito web del Premio il database ragionato dei prodotti giornalistici raccolti in questi ultimi anni sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro. Anche in questa prospettiva, è importante che le adesioni alla edizione 2016 siano quantitativamente e qualitativamente elevate.

La Giuria del PREMIO GIORNALISTICO PIETRO DI DONATO è sempre composta da Fausto Bertinotti, già Presidente della Camera dei Deputati e Presidente di Giuria, da Tiziano Treu, già Senatore della Repubblica e già Ministro del Lavoro, da Enzo Jacopino, giornalista e Presidente dell’Ordine dei Giornalisti e da Lucia Annunziata, giornalista Direttore dell’Uffington Post e da un delgato di INAIL Abruzzo, in caso di accettazione della proposta di collaborazione. La segreteria organizzativa è a cura del Comune di Taranta Peligna (CH).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE