Sei qui:  / Opinioni / Grave atto di intolleranza contro il campo Rom di via Idro, a Milano

Grave atto di intolleranza contro il campo Rom di via Idro, a Milano

 
Nel giorno della Liberazione, senza considerare che i Rom hanno avuto partigiani e deportati nei campi di morte nazisti, Luca Lepore, consigliere della Lega Nord a Palazzo Marino, e Samuele Piscina, capogruppo leghista in Zona 2, hanno aggredito a colpi di pietre il campo Rom – sgomberato recentemente, nonostante l’appello della società civile contro un atto di persecuzione – di via Idro, a Milano. I due leghisti hanno rappresentato con la loro intolleranza una grottesca e vergognosa pantomima di un’ipotetica liberazione della “Padania” dai Rom. Dopo questa manifestazione incivile e le aggressioni sia verbali che fisiche contro la Brigata Ebraica, che lottò contro i nazisti, ebbe un ruolo eroico nella Liberazione e nel soccorso degli ultimi ebrei sopravvissuti alla Shoah, oggi si sono visti pericolosi fantasmi da un passato oscuro che continua ad aleggiare sulla civiltà.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE