Sei qui:  / Opinioni / Silenzio – Assenzo

Silenzio – Assenzo

 

Dopo aver coperto le statue per non disturbare l’ospite iraniano, c’è la Rai che sposta l’inchiesta di Iacona sull’educazione sessuale per non urtare il tele-pudore nazionale. Insomma, il sesso – marmoreo o divulgativo – crea imbarazzo, misurato dalla distanza tra ciò di cui  si può discutere in privato e ciò che si può mostrare in pubblico.

L’ipocrisia viene trattata come  un patrimonio identitario  da preservare. L’eccesso di pudore non ha un responsabile, perché tutti ne siamo responsabili, con il nostro silenzio assenso. Passerà un’altra settimana e non se ne parlerà più. Le statue torneranno a fare il loro innocuo nudismo nelle gallerie. E noi, il nostro tossico perbenismo nelle vie.
Celebrando il rito collettivo di massima contraffazione: il conformismo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE