Sei qui:  / Opinioni / Mafia-Capitale e il concorso di colpa degli elettori

Mafia-Capitale e il concorso di colpa degli elettori

 

Chi ha sbagliato, deve pagare, dice Renzi. Già, ma chi è che ha sbagliato?  Dal punto di vista penale,  chi ha preso mazzette nel colossale scandalo Mafia-Capitale; ma sul versante politico,  i partiti  che accolgono ladri e corrotti purché “voti-forniti”. Ecco allora il filo rosso della cultura del vincere ad ogni costo, che unisce impresentabili mimetizzati, decadenti querelanti, carrieristi arrestati, ciellini ai domiciliari, tutti tollerati e persino sostenuti, purché portino voti al partito.

Ma c’è un concorso di colpa degli elettori grosso come una casa. La corruzione è una cultura che si propaga solo se irrorata da individualismo opportunistico e analfabetismo politico. Chi di politica non se ne intende, perché si fa solo gli affari suoi è complice dei corrotti.
Per omissione di controllo sociale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE