Sei qui:  / Esteri / International / Conferenza sulla sicurezza dei giornalisti, libertà dei media e pluralismo in tempi di conflitto

Conferenza sulla sicurezza dei giornalisti, libertà dei media e pluralismo in tempi di conflitto

 

15 giugno 2015, h. 9:00 – 16 giugno 2015, h. 13.00 a Vienna, in Austria. Organizzata dall’ufficio dell’OCSE Representative on Freedom of the Media

Le condizioni degli appartenenti al mondo dei media sono peggiorate drammaticamente negli ultimi decenni e il numero di giornalisti individuati e attaccati per quello che scrivono e dicono è aumentato. Ed è particolarmente preoccupante la situazione dei giornalisti che operano nelle zone di conflitto sparse nel mondo e che affrontano quotidianamente pericolose minacce per la loro vita.

Purtroppo i giornalisti ed esperti di media nelle regioni OCSE hanno avuto esperienze di numerosi conflitti armati. Mentre ognuno di questi conflitti rappresenta una sfida unica sia per i media sia per i Paesi che li subiscono, è importante che le lezioni imparate e le buone pratiche vengano condivise come strumento per preservare la libertà d’informazione.

Lo scopo di questa conferenza è quello di esaminare e rivedere l’attuale condizione di sicurezza in cui operano i giornalisti inviati in aree di conflitto, condividere i problemi, le migliori pratiche e dar vita alla formulazione di suggerimenti rivolti ai governi coinvolti al fine di migliorare la sicurezza dei giornalisti operanti in zone di conflitto nell’area OCSE.
La conferenza è costruita in parte sul lavoro e le esperienze emerse dalla tavola rotonda di discussione  che l’OSCE Representative on Freedom of the Media ha organizzato e che ha coinvolto rappresentanti delle organizzazioni dei media della Federazione Russa e Ucraina.

I nomi dei conferenzieri verranno annunciati in seguito.

La conferenza si concentrerà principalmente sulle sequenti aree:

– Le migliori norme e lo sviluppo di strumenti pratici da adottare per gestire i problemi relativi al war reporting;
​- Sicurezza ed etica dei giornalisti;
– I criteri per gestire la propagandi di odio e guerra e le informazioni che si ricevono;
– regolamentazione dei media;
​- Misure di rafforzamento della fiducia tra i giornalisti provenienti dal diverse parti.

Le lingue utilizzate in coferenza saranno inglese e russo. Questo evento è aperto ai membri della società civile.

Registrazioni: sono aperte ufficialmente. Per registrarsi è necessario scaricare il modulo e inviarlo completato in ogni sua parte a FOMConf2015@osce.org.

Se è necessario un VISA bisogna inoltrare una copia del passaporto con il modulo di registrazione. Una email di conferma verrà inviata non appena la registrazione sarà conclusa con successo e in seguito verranno inviate informazioni relative agli alloggi disponibili e agli spostamenti.

Il termine ultimo per registrarsi è venerdì 5 giugno 2015. 

Per restare informati sulla conferenza via twitter l’hashtag è #journosafeOSCE. Inoltre la conferenza verrà trasmessa in streaming.

Contatti: per informazioni FOMConf2015@osce.org. In alternativa, si può contattare telefonicamente Nicolas Ebnöther +43 1 514 36 6806 o Jennifer Adams +43 1 514 36 6813 per questioni logistiche.

Fonte

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE