Sei qui:  / Opinioni / La magistratura indaghi sull’autore della “manina”

La magistratura indaghi sull’autore della “manina”

 

La modifica del decreto tributario con l’inserimento anonimo dello scudo del 3% è un reato o no?

Se chiunque può “personalizzare” un atto normativo all’insaputa dell’organo che ne ha la competenza, allora ha ragione Renzi che ritira il documento e invita tutti a considerare il caso chiuso. Se invece l’alterazione surrettizia di un procedimento legislativo è un reato, la magistratura deve aprire un fascicolo contro ignoti e iniziare un’inchiesta che individui e punisca il responsabile.
Come cittadini non ci accontentiamo dei tarallucci e vino offerti da Palazzo Chigi.
Vogliamo la certezza che le regole di correttezza istituzionale siano rispettate e i trasgressori tempestivamente puniti.
Affinché si mandi un segnale di deterrente tolleranza zero a chi – nella sicurezza dell’impunità – ha il ricorrente vizio di alterare documenti ad alto impatto politico  e nascondere la “manina”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE