Sei qui:  / News / “Found in translation, quando i libri diventano immagini”. Napoli, dal 16 al 18 dicembre

“Found in translation, quando i libri diventano immagini”. Napoli, dal 16 al 18 dicembre

 

Al teatro Spazio Libero di Napoli dal 16 al 18 dicembre incontri, performances e documentari con il Tam Tam Digifest

Teatro, libri, anteprime, documentari. Questi i contenuti della 9a edizione del Tam Tam Digifest 2014 che si terrà dal 16 al 18 dicembre al Teatro Spazio Libero
a Napoli. “MEDIA LIBER – performances e riflessioni nella società
dello spettacolo ” è il titolo di questa 2a fase che continuerà l’indagine sulle complesse relazioni tra i differenti “ animali” che popolano l’ecosistema mediatico.
In questa sessione, parleremo del rapporto tra la scrittura e la sua traduzione in immagini, presentando tre casi diversi .
Si comincia martedì 16 con “ Dall’avanspettacolo al burlesque ”, incontro sulla trasformazione di un genere, con Lorenza Fruci, autrice dell’unico libro inchiesta sul fenomeno e la performer Jasmine Apolant, berlinese emigrata a Napoli e fondatrice
di “ Burlesque Napoli ”, dove il gioco della seduzione si confonde con background brechtiani. A seguire, la proiezione in anteprima del documentario “ Burlesque – Storia di donne ” scritto e diretto dalla stessa Fruci.

Mercoledì 17 , invece, si torna a temi televisivi con l’anteprima del cortometraggio
“ Il fantasma dell’Auditel ” tratto dal libro “ L’arbitro è il venduto ” di Giulio Gargia, giornalista e promotore della campagna che ha portato alla luce tutte le criticità del sistema della rilevazione degli ascolti tv. Ora quel lavoro è diventato un piccolo film, che usa fumetto e fiction per raccontare uno degli scandali irrisolti della nostra tv.
La serata di mercoledì prosegue con “ Il bello del cinema? I popcorn ”, un
divertssment teatrale sulle follìe del cinema tratto dal libro di Ignazio Senatore
con Enrico De Notaris, Ilaria Fusco, Sonia Prota . Un ricco collage di citazioni e proiezioni denso di riflessioni divertenti e ironiche sulle dinamiche del mondo del cinema e sui rapporti tra attori e registi.

Giovedì 18, infine, dopo la replica della pièce di Senatore, appuntamento con uno dei massimi pensatori contemporanei e con la sua riflessione sui media . Parliamo di Noam Chomsky di cui proietteremo in anteprima il documentario “Le fabbriche del consenso” tratto dal libro “Manufacturing consent” di Edward S. Herman and Noam Chomsky nella versione originale in inglese di cui sarà fornita una traduzione simultanea.

Le serate cominciano tutte alle ore 21. ingresso: 3 euro. Teatro Spazio Libero – via del Parco Margherita, 28

info e prenotazioni : tamtamcoop@libero.it – web site: www.tamtamdigifest.it
info@spazioliberoteatro.it –
altre info: 081.402712 – 338.8884007 – 3475980705

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE