Sei qui:  / Opinioni / PD…nella tua storia un’altra storia c’è

PD…nella tua storia un’altra storia c’è

 

Mi ricordo quella volta che Grillo voleva la tessera del PD con l’intento di diventarne probabilmente il segretario. Non ricordo all’epoca chi fosse,  ma poco importa. Ricordo solo che a Grillo fu rifiutato l’ingresso per una serie di motivi sul tipo: “sei già leader di un importante movimento nazionale che sta prendendo piede a livello istituzionale. Il volersi “infiltrare” nei tesserati PD è pertanto sospetto”. Il seguito del M5s  lo conosciamo: exploit in parlamento, guerre stellari, euforia massima tra adepti e seguaci,  blablologia a seguire.

Cosa sarebbe successo se il PD avesse dato a Grillo il via libera, non lo sapremo mai. Probabilmente in quel PD sarebbe successo di tutto tra il serio, il faceto, l’imprevedibile e molto altro ancora.  Probabilmente sarebbe successo il troppo di tutto, sicché il PD avrebbe potuto fare “la fine” che oggi sta facendo il M5s soprattutto in Europa?

Il PD è stato invece “rilevato” da lo Renzi il munifico che poi gliel’ha fatta perfino a insediarsi,  come capo di governo dopo aver allettato (nel senso d’averlo proprio mandato a dormire) Letta. Come presidente del consiglio ha poi raggiunto picchi di consenso elevatissimi, ma non si è dimesso da segretario, incaponito nel non consegnare ad altri (i famosi caponi di Renzi) la segreteria del partito. Sicché anche il PD oggi segue a ruota (di pavone) i risultati del leader

La “fine” che quel PD avrebbe potuto fare con Grillo è dunque scongiurata.

Ma è il “fine” di questo PD che, specie a sinistra, ancora non s’è capito. Data la sua stravolta e travolgente immagine perché non modificarne il nome? Oggi sarebbe senza colpo (e colpa) ferire. Del resto, a fronte di rottamazioni di certo spessore, “ribattezzare” con nome nuovo, più fresco, moderno sarebbe normale. Invece no: i dirigenti e soprattutto il segretario con viva e vibrante determinazione s’oppongono. Evidentemente i “caponi” del partito, così come a suo tempo Grillo,  hanno riconosciuto che la forza sta in quelle due letterine: PD.

Forza PDper fare e per crescere? Oops…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE