Frati Assisi a Zuckerberg, “perché non rafforzare ‘mi piace’ con ‘mi e’ utile’?”

0 0

”Perché non rafforzare il ‘Mi piace’ con ‘Mi e’ utile’ per segnalare e far propri certi contenuti della rete – articoli, video, foto – sottolineandone l’importanza agli amici con i quali si e’ in contatto?”. La proposta viene avanzata dal direttore del sito sanfrancesco.org – emanazione del Sacro convento di Assisi – padre Enzo Fortunato, direttamente al patron di Facebook, Mark Zuckerberg”Il ‘Mi piace’ – osserva padre Fortunato – esprime, certamente, già una adesione convinta a un contenuto della rete. Il ‘Mi e’ utile’, o ‘Mi giova’, la rafforza, indicandone il valore che ha ai fini della conoscenza e della formazione. La proposta, un po’ una provocazione, nasce dalla constatazione dell’importanza crescente che i social network stanno assumendo nella vita di ognuno e in particolare delle giovani generazioni. E’ anche un modo per responsabilizzare un po’ tutti: il ‘Mi è utile’ vuol dire un ‘Ci è utile’, ci serve, ci aiuta”. Continua padre Enzo Fortunato: “Ci fa crescere umanamente, socialmente e per chi crede anche spiritualmente. Dobbiamo tener presente che tutto ciò che ci piace non giova come ad esempio il ladro ‘modello’… il suo stile non giova di certo”.