Sei qui:  / Articoli / Culture / PP Pasolini da Roma a Casarsa della Delizia

PP Pasolini da Roma a Casarsa della Delizia

 

Venerdì 4 aprile  2014 è stato proiettato il Docu Film  “Un Intellettuale in borgata” di Enzo De Camillis, prodotto da Elio Matarazzo con il patrocinio,tra gli altri di Art. 21, a Casa Coluzzi, Casarsa della Delizia in Provincia di Pordenone (Friuli Venezia Giulia) la casa materna di Pier Paolo Pasolini ora sede del Centro Studi Pier Paolo Pasolini. Nello stesso giorno é stata inaugurata una mostra Fotografica con le belle fotografie di Monica Cillario sulla casa di via Fonteiana 86 (Monteverde – Roma ) con i testi di Fulvio Abbate, dove Pasolini scrisse  “Le ceneri di Gramsci”. La brava e vulcanica Direttrice Angela Felice ha organizzato “I percorsi Pasoliniani di Primavera” una serie d’interessanti incontri dal 14 marzo al 27 giugno 2014.  Il 4 aprile con la proiezione “Un Intellettuale in borgata” di Enzo De Camillis e la mostra fotografica di Monica Cillario, l’idea è ricordare i luoghi dove Pasolini ha vissuto e legato la sua vita intellettuale, in particolare a Roma dove ha prodotto e realizzato la sua creatività di Poeta con scritti, film ecc….

Un interessato gruppo di persone con la presidente Teresa Tassan Viol del Centro Studi Pier Paolo Pasolini, la consigliera Flavia Leonarduzzi, la fotografa Monica Cillario, Enzo De Camillis (regista), Elio Matarazzo (docente Roma3 e produttore), Fabio Amodeo, docente di fotografia (Un. di Venezia), Francesco Micelli, ordinario di Geografia (Un. di Trieste), Flavio Vidoni, giornalista Gazzettino, Giacomo Trevisan, studioso di PP Pasolini,  Liliana Cargnelutti, ex assessore cultura Comune di Udine, Cesare Genuzio, fotografo, Stefano Salvioni, visitatore venuto da Roma per questa iniziativa, Umberto Alberini, funzionario Villa Manin, Remigio Guadagnini, sceneggiatore-cineasta /Altreforme e altre persone hanno partecipato a questo incontro. La Direttrice Anna Felice, con competenza e professionalità,ha guidato e moderato questo pomeriggio  per ragionare e ricordare  uno dei più importanti Intellettuali del Novecento, un poeta, che ha lasciato un segno importante nel nostro intellettuale collettivo, e le tante iniziative per ricordarlo, sono dedicate soprattutto ai giovani che sono il nostro futuro.

Ragionare sui luoghi dove il poeta ha avuto l’ispirazione, é cercare le tracce “della sua innocenza” partendo da Casarsa della Delizia dove questo viaggio è iniziato e simbolicamente, con questa iniziativa ritorna.

Casa Coluzzi è il luogo dove dal 1933 il poeta passava le sue vacanze estive con la madre e il fratello Guido Alberto, dove dall’estate del 1943 la famiglia si trasferì, quando il padre Carlo Albero, ufficiale di fanteria dell’esercito, era prigioniero di guerra in Kenya. Il fratello Guido a 19 anni nel 1945 fu ucciso insieme ad altri 16 partigiani della Brigata Osoppo a Porzus in Friuli da una milizia di partigiani comunisti. Viaggiare da Roma a Casarsa della Delizia, scopriamo la passione per il disegno,di PP Pasolini, i manifesti politici, le foto della famiglia, vedere i luoghi dove ha vissuto in quegli anni: la Chiesa di Santa Croce dove una lapide ricorda l’invasione dei Turchi nel 1499 ispirazione del Dramma Teatrale “I turcs tal Friul”  atto unico scritto nel 1944, la loggia di San Giovanni dove il Poeta nel 1947 impegnato politicamente si è avvicinato al PCI, Località Versuta dove insieme alla madre si erano rifugiati durante l’occupazione tedesca, il cimitero in località Valvasone dove è sepolta tutta la famiglia Pasolini. La cultura è il nostro futuro di sviluppo economico e intellettuale, proiettare il docu Film “Un Intellettuale in Borgata” di Enzo De Camillis è anche un modo per costruire un ponte intellettuale tra l’accogliente nord Est e la Capitale.  Rivivere la fuga del 1950 di PP Pasolini con la madre da Casarsa della Delizie a Roma, per fuggire alle infamanti accuse di atti osceni, mettere a confronto il percorso di sviluppo che ci porta ai nostri giorni, con modelli culturali sicuramente differenti da quelli vissuti dal poeta e da sua madre. Un invito ad approfondire, e visitare Casarsa della Delizie accogliente paese della nostra Italia, per riflettere su PP Pasolini e costatare come le sue previsioni sono andate oltre.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE