Sei qui:  / Opinioni / Vendola venne, vide, vinse, vendesi

Vendola venne, vide, vinse, vendesi

 

Il Fatto ci fa ascoltare* intercettazione (luglio 2010) tra il primo cittadino regionale di Puglia e Girolamo Archinà, numero uno delle relazioni pubbliche (ora ai domiciliari) dell’Ilva. Poco o nulla (ci) cale come il Fatto ne sia in possesso (ché possiamo ben immaginare che casino ne verrà fuori). Ciò che (ci) cale, volendo approfondire, è che quella telefonata (si badi: fatta dall’ecologista governatore all’Archinà, non il contrario) fu giusto espressione di condivisione d’ilarità e in subordine la necessità del poi “vedersi per seriamente parlarne”.

Stante i (postumi) fatti ciò che oggi appare da quella telefonata è la volontà di commutare in burla quel tutto, fatto da centinaia di morti e malati di cancro (sinistra ecologia?!) che poco tempo dopo la magistratura imputò a gravissimi reati individuandone gli indagati (soprattutto grazie ai volontari d’associazioni e comitati spontanei, più che alle istituzioni, che per anni gratuitamente sacrificarono il loro tempo e pecuniariamente i loro portafogli tra pagare perizie accusatorie e avvocati per difendersi da querele).

Stabilita la “sinistra ecologia” ora ci rimane solo da capire il significato che Vendola dà a “Libertà” (da acronimo SEL). E non pensi di potersela poeticamente (come suo uso) cavare con la “libertà” di poter farsi grasse risate sul significato di “sinistra ecologia”!

* http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/11/15/ilva-audio-choc-di-vendola-telefonata-integrale-con-archina/253454/   

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE