Sei qui:  / Opinioni / Barca, l’undicesimo saggio

Barca, l’undicesimo saggio

 

Cittadini che concorrono a determinare la politica nazionale: così Barca vuol far ritornare i partiti ad essere quelli che prevedeva la Costituzione, rispetto alla degenerazione che nel tempo hanno assunto. Oggi, infatti, tranne le dovute eccezioni, sono agenzie di collocamento di persone fedeli, ma spesso prive di spessore e di ideali, che fanno carriera per anzianità e per fedeltà ai capi.
Persone che ricevono favori e crescono nella modalità dello scambio di favori a pochi, perdendo la sensibilità ai diritti di tutti. La proposta di Barca è da studiare. Ma già il modo con cui l’autore l’ha proposta – un punto di partenza e non di arrivo per la rivalutazione costituzionale del partito – la rende interessante. Infatti se non funziona: il partito, non funziona la partecipazione attiva dei cittadini sul territorio. Cioè la democrazia. Barca, l’undicesimo saggio, ha fornito il suo contributo prezioso.
Uno dei pochi che ha capito che tornare alla Costituzione è la vera rivoluzione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE