Sei qui:  / News / Dare voce e diritti ai cittadini senza nazionalità

Dare voce e diritti ai cittadini senza nazionalità

 

In occasione della giornata internazionale dei diritti umani, lo European Network on Statelessness (Rete Europea sull’Apolidia), un coordinamento della società civile, formato da oltre 60 membri in 30 paesi, impegnato ad affrontare la tematica dell’apolidia in Europa, pubblica in tutta Europa, un documento per ricordare che milioni di apolidi continuano a vivere in condizioni di silenzio ed esclusione, nell’impossibilità di partecipare alla vita pubblica alla pari degli altri cittadini, di organizzarsi liberamente e privati della libertà di espressione e associazione.

Il tema della celebrazione di quest’anno, “l’inclusione e il diritto di partecipare alla vita pubblica” è particolarmente pertinente alla condizione degli apolidi nella nostra società.

Lo European Network on Statelessness ritiene che tutti gli esseri umani abbiano il diritto a una nazionalità, e che coloro i quali non possiedono alcuna nazionalità abbiano diritto ad un’adeguata protezione legale, inclusa la libertà di espressione, di associazione e di partecipazione nei processi democratici.

Partecipano al Network per l’Italia ASGI e CIR.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE