Sei qui:  / Blog / La ballerina che sfida i Fratelli musulmani

La ballerina che sfida i Fratelli musulmani

 

di Kiwan Kiwan
Un nuovo video al centro della contesa politica araba. Questa volta è la ballerina Sama al Masri a usare musica, danza del ventre e YouTube per sfidare l’Islam politico, o più precisamente il presidente egiziano Muhammad al Morsi. Il video infatti, già popolarissimo sui social network, contiene accuse circostanziate al presidente, presentando la sua esperienza presidenziale come un fallimento.

“Non hai fatto un MANGA”, dice l’avvenente Sama, ricordando la dichiarazione presidenziale che dopo 100 giorni di presidenza si è vantato di aver fatto scendere il prezzo del mango (frutto di cui l’Egitto vanta un’importante produzione).
Nella canzone poi si citano alcune “affermazioni politiche” dei Fratelli Musulmani, tipo ” Toz”, un vocabolo che può essere assimilato al nostro “vaffa”, che in un caso venne attribuita a tutto l’Egitto, causando grande polemica nel Paese.

La ballerina che sfida Morsi ha reso noto di essersi consultata con i suoi legali prima di diffondere il video, di essere sicura che non vi sia alcuna offesa, che le critiche al presidente siano rispettose. Poi ha aggiunto: “gli artisti non offendono, sono i politici e alcuni gruppi islamici che non fanno altro che offendere noi. Comunque se mi accadrà qualcosa saranno stati loro, gli islamisti.”

Il nome di Sama al Masri è venuto alla ribalta nel marzo scorso, dopo la pubblicazione da parte del giornale al Jumhurya (“La Repubblica”), quotidiano vicino al governo , di un articolo nel quale si affermava che Sama è stata “sentimentalmente legata” allora deputato Anwar Albulkima, ,salafita, quello che si era reso famoso affermando, tutto fasciato in ospedale, di essere stato aggredito da rivali politici, mentre si era sottoposto a un intervento di chirurgia plastica, per rifarsi il naso. Furono gli stessi medici a sbugiardarlo.
Per lo stesso giornale il salafita aveva minacciato di sfigurare la donna, per aver svelato il loro segreto. Lei poi cercò di chiudere il caso, e forse salvare la pelle: “se volevo usare i sentimenti per diventare famosa avrei scelto qualcun altro, non un simile bruttone.”
Ora con questo video si mette di nuovo in pericolo?

Il mondo di Annibale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE