Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Rete degli Studenti Medi. 12 ottobre: si apre il sipario, parlano gli studenti

Rete degli Studenti Medi. 12 ottobre: si apre il sipario, parlano gli studenti

 

Oggi gli studenti italiani scenderanno in piazza per chiedere di essere ascoltati.Le scuole italiane, abbandonate a sé stesse da troppo tempo, hanno perso il loro ruolo formativo e di centro culturale. Troppo spesso ci è difficile riuscire ad accedere al mondo dell’Istruzione, che sembra sempre di più una cassaforte di cui abbiamo perso la chiave: costi dei libri troppi alti, trasporti pubblici inefficienti o assenti, test d’ingresso per l’Università. Le strutture fatiscenti e pericolanti sono lo specchio esterno della situazione interna della scuola italiana, sempre più precaria, in tutti i sensi. I laboratori sono spesso assenti, le palestre piccole e sovraffollate, i programmi sono rimasti sempre gli stessi dagli anni 50, l’unica cosa che sembrano voler cambiare delle nostre scuole sonoi momenti di partecipazione, che vogliono limitare o eliminare del tutto.

Oggi chiediamo di venir ascoltati davvero, chiediamo ai media di accendere i riflettori sulle condizioni che gli studenti vivono ogni giorno, sulle loro vite, sulle loro esperienze, sul loro modo di concepire la scuola e la società tutta, sulle umiliazioni che ogni giorno sono costretti a vivere in una scuola che li allontana invece di avvicinarli, che sembra lontana anni luce dalla vita reale, e soprattutto sulle loro proposte! Il 12 Ottobre parliamo noi!

Siamo convinti che non ci sia via di uscita possibile dalla crisi che non ponga le basi sull’Istruzione Pubblica. Siamo convinti che bisogna ripartire da noi, dalle nostre proposte e dalle nostre idee, dal colore e dalla forza dei nostri cortei. Siamo convinti che un domani diverso sia possibile, che un Europa diversa sia possibile.

Finora governo e politici hanno tirato fuori la bandiera del “ce lo chiede l’Europa” solo quando si tratta di sacrifici economici, in modo strumentale e volendo negare un’altra idea di Europa: la nostra!L’Europa ci chiede anche di ridurre gli abbandoni scolastici del 10%, di aumentare il numero dei laureati, di raggiungere il traguardo dell’85% dei 22enni diplomati, l’Europa ci chiede una sistema d’Istruzione di qualità!
Oggi come studenti di tutta Italia saremo in piazza con le nostre proposte. Questa volta i protagonisti siamo noi e le nostre idee!

#12Ottobre : UNA SCUOLA DI QUALITA’ CE LA CHIEDE L’EUROPA!

*Portavoce Nazionale Rete degli Studenti Medi
Foto, video, informazioni e diretta fotografica delle manifestazioni
su: www.12ottobre.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE