Sei qui:  / News / La trattativa Stato-corrotti

La trattativa Stato-corrotti

 

Sono bastate poche parole del magistrato  Ingroia per avere la conferma che la ricostruzione giornalistica delle telefonate Mancino-Napolitano è una bufala.

Il fine  dello scoop fasullo di Panorama invece è molto concreto: usare questo pretesto per far passare la legge bavaglio contro le intercettazioni, che troverà tutta la nostra resistenza;  e soprattutto depistare l’attenzione dell’opinione pubblica dalla mancata approvazione legge anticorruzione.

Infatti, questo ddl – tra l’altro – pone un “filtro” di candidabilità a chi abbia riportato sentenze di condanna per  reati gravi  e quindi non è gradito a molti onorevoli per niente onorevoli.

Sappia il direttore di Panorama, che le sue bufale sulla trattativa Stato-mafia di allora non ci distolgono dalla trattativa Stato-corrotti di oggi.
Sappiano i politici che bloccano l’approvazione della legge anticorruzione, che questo loro ostruzionismo alimenta  la propagazione dell’illegalità.

E questo è inaccettabile.

*Libertà e Giustizia di Roma

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE