Sei qui:  / Culture / Teatro / Paolini, Riondino, Fresu, Mirabassi, Hack… Le aperture di Venti Ascensionali

Paolini, Riondino, Fresu, Mirabassi, Hack… Le aperture di Venti Ascensionali

 

Venti Ascensionali, la residenza d’Arte, Cultura e Spettacolo dopo  dieci anni di attività, quasi duemila artisti presentati e quasi  ottantamila presenze raggiunte, con questa undicesima edizione, dopo aver trasformato Orvieto per un lungo periodo dell’anno in una  vera e propria residenza culturale e sociale, fucina di pensiero e idee,  dove si avvicendano eventi culturali ed artistici, si accinge a tentare  una nuova impresa sperimentando nuovi percorsi, nuove strategie, nuove  location e nuove sinergie.

In considerazione della forte connessione che c’è tra gli eventi  spettacolari e pubblici e la parte formativa, che poi a sua volta si  trasforma in momento spettacolare, abbiamo pensato di concepire l’avvio  di questo secondo decennio con una formula nuova, dove appunto i vari  corsi e master e laboratori si trasformeranno in momenti creativi e  spettacolari, andando a comporre dei momenti spettacolari dove le  eccellenze locali si confronteranno con altrettante eccellenze  provenienti da più parti del nostro paese e tutto ciò facendo vivere non  più un unico spazio ma altri luoghi della città, costruendo quindi  nuove residenze.

La manifestazione ha appena concluso la prima parte denominata  “quattroprologhi”. Quattro appuntamenti realizzati nel mese di marzo al  Museo Emilio Greco, per gentile concessione dell’Opera del Duomo di  Orvieto. Quattro appuntamenti che, sia per l’affluenza, circa 500  presenze registrate, che per l’apprezzamento da parte del pubblico  presente, che per la straordinaria sintonia con la struttura che ci ha  ospitato, hanno sicuramente dato un buon avvio a questa undicesima  edizione.

Tutto lo staff ormai è pronto per la partenza della seconda parte del  progetto che si svilupperà dal 20 al 27 aprile in un’unica location,  negli spazi della Cantina Cardeto e in particolare nella Sala delle  Barrique, che appositamente allestita diventerà un nuovo teatro e lo  scenario per tutti gli appuntamenti previsti nei 7 giorni conclusivi,  che saranno però preceduti il 18 Aprile da un appuntamento di copertina  alla Sala Eufonica della Nuova Biblioteca Pubblica L. Fumi  e avranno un  evento di chiusura previsto per il 29 Aprile al Caffè Montanucci

Questo undicesimo anno sarà quindi un anno cerniera che ci permetterà  di vagliare e sperimentare l’avvio di un nuovo modo di concepire e  costruire la cultura e il sociale. Tutto ciò comunque non si  differenzierà concettualmente da quello che ci ha ispirato in questi  anni e che ci ha dato la spinta a costruire questa Residenza Culturale  Permanente, oggi diventata, almeno per noi, simbolo di Resistenza  Culturale.

Anche quest’anno infatti i temi trattati saranno al passo con i tempi  che stiamo vivendo e tenteranno di fotografare il nostro quotidiano.

E’ proprio in questa undicesima edizione che si sperimenteranno nuove  APERTURE avendo come temi di fondo il Disagio, la Disabilità e la  Diversità. Queste tematiche, come del resto molte delle altre che  abbiamo affrontato in passato ci permetteranno di restare nel presente e  come ogni anno saranno affrontate a 360°, attraverso spettacoli,  incontri, presentazioni di libri, letture, concerti. Molti anche  quest’anno gli artisti che hanno aderito e faranno parte di questa  seconda parte del progetto. Il programma di questa parte dell’edizione  2012 è stato presentato il 31 Marzo a Orvieto nella  splendida cornice del Museo Emilio Greco in Piazza del Duomo. Ai nomi di  Concita De Gregorio, Paolo Fresu, Marco Paolini, già annunciati nella  prima conferenza stampa si sono aggiunti nomi come David Riondino,  Gabriele Mirabassi, Margherita Hack che insieme agi altri artisti locali  e nazionali costituiranno il nucleo centrale e emozionale dell’evento  2012.


APERTURE
Un progetto di Venti Ascensionali presentato da Il Collettivo Teatro Animazione&Amleto in Viaggio

Il Filo di Eloisa   Lettori Portatili   Radiorvietoweb  In collaborazione con REGIONE UMBRIA CANTINA CARDETO  OPERA DEL DUOMO DI ORVIETO  La7

e con Caffè  Montanucci – Vola Service – Cooperativa Il Quadrifoglio – Il magazzino  delle idee – Libreria dei Sette – Publiscreen – Tipografia Ceccarelli –  New Wave Audi&lighting service – Hotel Palazzo Piccolomini – Hotel  Aquila Bianca – Hotel Villa Acquafredda – Ristorante Antica  cantina/Osteria delle donne – GIAL Disco Bar – Erboristeria Il Pane e le  rose – Piano Terra la bottega del commercio equo e solidale – Il forno  del vecchi molino – La boutique del pane – FORMOS di Romito Cosimo –  Norcineri Oreto – Bar Il Cappanno, Coop. L. Carli

Media sponsor  Akebia e Corriere dell’Umbria

Con il sostegno di CREDIUMBRA e il patrocinio della PROVINCIA DI TERNI

 

Per informazioni: 3358164833335/7023172 – 334/3043215  macros2000@alice.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE