Michele Placido e Moni Ovadia, Passio Christi film -teatrale in prima visione dal Teatro Comunale di Ferrara

0 0

PASSIO CHRISTI da un’idea di Michele Placido su testi di Mario Luzi, Dario Fo e Franca RameSalmi biblici a cura di Moni Ovadia. Tra gli attori anche l’attrice meranese Daniela Scarlatti. Nel film interpreta “Stabat Mater” – En lagrime” in dialetto trentino. Venerdì 2 aprile 2021 ore 21sul Canale Youtube Teatro Comunale di Ferrara – Il film rimarrà disponibile fino al 5 aprile compreso –

Non ho messo in scena Cristo. Non si può mettere in scena Cristo. Ho messo in scena un pazzo che si crede Cristo. Un Cristo quasi caravaggesco, uno degli ultimi, che si nasconde fra gli anfratti di un teatro ormai chiuso, polveroso e dimenticato. Andrà in giro nascondendosi, rivelandosi, spiando e guardando il suo Golgota. Oggi il teatro chiuso è il Golgota”.

“En lagrime… So mama la stéva, en lagrime, piena de dolor, soto la cros da cui pendeva so fiol”. Lo Stabat Mater che, dalla versione latina di Jacopone Da Todi e in quella di Giovanni Battista Pergolesi, viene adattata e tradotta in dialetto trentino da Daniela Scarlatti.

L’attrice meranese è stata scelta da Michele Placido per Passio Christi, film teatrale che sarà visibile gratuitamente venerdì 2 aprile alle ore 21 sul canale Youtube del Teatro Comunale di Ferrara. Il film, che resterà disponibile fino al 5 aprile compreso, è una produzione della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, nata da un’idea di Michele Placido, anche presidente della Fondazione, su testi de “La Passione”, che il poeta Mario Luzi scrisse in occasione della Via Crucis al Colosseo del 1999. A questo testo si uniranno Maria alla Croce” di Dario Fo e Franca Rame e alcuni Salmi della Bibbia, e lo Stabat Mater, nella traduzione in dialetto trentino di Daniela Scarlatti.

 

Michele Placido_Passio Christi_Foto di Marco Caselli Nirmal

 

Il link al Canale Youtube Teatro Comunale di Ferrara: www.youtube.com/c/TeatroComunalediFerrara

Il film rimane visibile dal 2 aprile ore 21 fino al 5 aprile compreso.

L’attrice ha adattato il testo della preghiera del XIII secolo, tradizionalmente attribuita a Beato Jacopone da Todi. Gli spazi scelti da Michele Placido per Daniela Scarlatti sono tra i più suggestivi del film. Si potrà ritrovare l’attrice sia all’interno di uno spazio solitamente non visibile del Teatro Comunale di Ferrara – la falegnameria – nei panni della sarta di compagnia, sia nella piccola e suggestiva Chiesa di San Giuliano, a pochi passi dal Castello Estense e dal Teatro ferrarese dedicato a Claudio Abbado.

“Stabat Mater è una preghiera del popolo, che nella sua traduzione in trentino, con qualche termine tradotto in roveretano e in italiano, assume se possibile ancora più veridicità” racconta Daniela Scarlatti. La prima parte è una descrizione sulle sofferenze di Maria, madre di Gesù, durante la crocifissione di Cristo. La seconda parte della preghiera è un’invocazione, un’empatia nel dolore provato da Cristo e da Maria.

Il Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ e la città di Ferrara, nel film Passio Christi, saranno lo sfondo e i co-protagonisti di questo prodotto unico, che resterà come un segno di speranza per il difficile momento che la collettività sta attraversando.

Mario Luzi scrisse la sua “Passione” in occasione della via Crucis al Colosseo per la Settimana Santa del 1999. Oggi questo testo straordinario rivive in una versione inedita, messa appositamente in scena per il Teatro Comunale di Ferrara da due interpreti straordinari, Michele Placido e Moni Ovadia, affiancati per l’occasione dagli attori Daniela Scarlatti, Sara Alzetta e Vito Lopriore nel ruolo di Cristo.

back stage Sara Alzetta Passio Christi Foto di Sara Gautier Gazzotti

 

Le circostanze della pandemia e l’impossibilità di condividere col pubblico presente in sala l’evento, hanno fatto sì che si ripensasse la modalità di fruizione di un’opera di tale portata, inizialmente immaginata per essere rappresentata dal vivo, lungo le vie della città estense. Quello che ne è venuto fuori è un progetto particolarissimo, una commistione tra teatro e cinema in cui, al testo del grande poeta toscano, si legano quelli di Dario Fo e Franca Rame e alcuni Salmi della Bibbia, e lo Stabat Mater, nella traduzione in dialetto trentino di Daniela Scarlatti.

 

DIETRO LE QUINTE/SET PASSIO CHRISTI, LA PAROLA AI PROTAGONISTILink per vedere il dietro le quinte del film:

 

 

Il Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ e la città di Ferrara saranno lo sfondo e i co-protagonisti di questo prodotto unico, che resterà come un segno di speranza per il difficile momento che stiamo attraversando.

Il film sarà trasmesso gratuitamente il 2 aprile 2021 ore 21 sul Canale Youtube Teatro Comunale di Ferrara www.youtube.com/c/TeatroComunalediFerrara. Rimarrà visibile fino al 5 aprile compreso.

 

Daniela Scarlatti_2_PASSIO CHRISTI_Foto di Andrea Baldrati

PASSIO CHRISTI

Da un’idea di Michele Placido

Testi di Mario LuziDario Fo e Franca Rame

Salmi biblici a cura di Moni Ovadia

Interpreti

Sara Alzetta

Moni Ovadia

Michele Placido

Daniela Scarlatti

e nel ruolo di Cristo, Vito Lopriore 

Coro dell’Accademia dello Spirito Santo

Francesco Pinamonti, direttore

Antonio Aiello Konzertmeister, Orchestra Città di Ferrara

Una creazione video

Michele Placido 

Toni Trupia

Partner tecnico

Civetta Movie

Si ringrazia la Fondazione Fo Rame per la concessione all’uso del brano “Maria alla croce”.

Un ringraziamento inoltre va all’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio e alla Comunità ebraica di Ferrara, che hanno reso possibili alcune scene mettendo a disposizione la Chiesa di San Giuliano di Ferrara e il Cimitero Ebraico di Ferrara, e alla Scuola d’arte cinematografica Florestano Vancini.

 

da www.rumorscena.com

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.