Sei qui:  / Cinema / Culture /  “Roubaix, una luce nell’ombra”, atmosfere alla Simenon in un thriller dai risvolti sociali

 “Roubaix, una luce nell’ombra”, atmosfere alla Simenon in un thriller dai risvolti sociali

 

Calato in atmosfere d’ambiente e personaggi che abbiamo amato in George Simenon, “Roubaix, una luce nell’ombra” arriva dopo il non troppo riuscito I fantasmi d’Ismaele (2017) dello stesso regista, facendoci scoprire un Arnaud Desplechin più interessante, capace di coniugare scandagli sociali e analisi psicologiche in un racconto fluido e godibile, sorretto da un bravissimo cast.

Ispirato a un fatto realmente accaduto a Roubaix, la città più povera di Francia, dove è nato e cresciuto lo stesso Desplechin, la pellicola si sviluppa come un thriller che è anche riflessione sulla natura umana.  Nel film l’attore Roschdy Zem interpreta con maestria Yacoub Daoud, ispettore capo di polizia. Daoud è una luce nella desolazione più cupa perché cerca di comprendere le motivazioni che stanno alla base degli atti criminali delle persone.

Racconta che la notte di Natale, in uno dei quartieri più poveri di Roubaix, un’anziana signora è trovata brutalmente uccisa nella sua casa e sono sospettate due vicine, ragazze sbandate che vivono insieme, Claude (Léa Seydoux) e Marie (Sara Forestier), malgrado avessero avvisato sin da subito la polizia di strani rumori nell’appartamento della vecchia. Il commissario Daoud affronterà il caso con il tenente Cotterel (Antoine Reinartz), poliziotto alle prime armi.  Seguendo le loro indagini, lo spettatore scopre che a Roubaix la disoccupazione e l’emarginazione spingono le nuove generazioni verso l’illegalità.

La seconda parte del film, incentrata sulle due amiche, vola molto alto: il lunghissimo interrogatorio, che Daoud fa loro con tecniche maieutiche, è il momento più felice del film, le giovani attrici, in particolare Sara Forestier, danno il meglio di se stesse e la suspence è tutta in quei dialoghi. “Roubaix, una luce nell’ombra”, in francese Roubaix, une lumière presentato in concorso al festival di Cannes 2019, in Italia esce il 1 ottobre 2020.

Roubaix, une lumière

  • Regia: Arnaud Desplechin
  • Cast: Roschdy Zem, Antoine Reinartz, Sara Forestier, Léa Seydoux
  • Genere: Thriller, Drammatico, colore
  • Durata: 119 minuti
  • Produzione: Francia, 2019
  • Distribuzione: No.Mad Entertainment
  • Data di uscita: 01 ottobre 2020

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE