Sei qui:  / Blog / Finito l’incubo della nave Talia. Sbarco nella notte a Malta

Finito l’incubo della nave Talia. Sbarco nella notte a Malta

 
Dopo quattro giorni si conclude la vicenda del mercantile che aveva salvato in mare 52 persone in difficoltà. Soddisfazione del capitano, che aveva ripetutamente chiesto lo sbarco

I migranti soccorsi lasciano la nave Talia

ROMA – E’ finita l’odissea dei migranti salvati dal mercantile Talia a largo di Malta. Alle 22,30 di ieri sera il centro di coordinamento marittimo di La Valletta ha comunicato al comandante della nave, Mohammad Shaaban, siriano, che le persone sarebbero state trasferite sull’isola, entro due ore.I migranti sono stati trasferiti, quindi, su una motovedetta e portati sulla terraferma.

 Il soccorso era avvenuto il 3 luglio scorso. Il mercantile, che di solito trasporta bestiame, ha soccorso in mare un barcone in difficoltà, con 52 persone a bordo.  Poi la nave è rimasta ferma davanti l’isola, in attesa di istruzione. Shaaban, ha spiegato di aver salvato i migranti per ordine e istruzione del centro di coordinamento di salvataggio di Malta e successivamente di essersi diretto verso il paese. Per le condizioni delle persone, molto precarie, e l’inadeguatezza del mercantile per il trasporto persone, ha richiesto lo sbarco immediato. Ma ha dovuto attendere quattro giorni. Dopo lo sbarco il capitano ha espresso soddisfazione e ringraziato tutti coloro che si sono interessati al caso.

Da redattoresociale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.