Sei qui:  / Articoli / Omicidio-suicidio Lecco, le parole hanno un peso e noi giornalisti abbiamo grandi responsabilità

Omicidio-suicidio Lecco, le parole hanno un peso e noi giornalisti abbiamo grandi responsabilità

 

Le parole sono fondamentali. Questa mattina, facendo una veloce “rassegna stampa” personalizzata, ho notato come, in diversi articoli, l’omicidio dei piccoli Elena e Diego, veniva derubricato a “follia omicida” del padre, Mario Bressi. Follia, ancor peggio, (quasi) giustificata da “una difficile separazione” o, ancor peggio, “dolorosa”.

Abbiamo una grande responsabilità nell’onorare l’Articolo 21 della Costituzione e, se non inizieremo noi, non potremo prendere che le parole d’odio diffuse sui social possano trovare fine.

Uccidere due bambini è un atto criminale di un delinquente. E basta.

Elena e Diego, riposate in pace.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE