Sei qui:  / Libridine / “La nave di Teseo. “A proposito di niente”, l’attesa autobiografia di Woody Allen

“La nave di Teseo. “A proposito di niente”, l’attesa autobiografia di Woody Allen

 

L’uscita in libreria di “A proposito di niente”, l’attesa autobiografia di Woody Allen, era stata prevista da “La nave di Teseo” per il 9 aprile, oggi sappiamo che slitterà alla data della loro riapertura.  In compenso si può acquistare in versione ebook, dove svetta in cima alle classifiche.

Allan Stewart Königsberg, vero nome di Woody Allen, si definisce soprattutto uno scrittore: nei fatti il suo stile colloquiale, ironico, con l’eleganza della profondità leggera, ha la presa dei grandi narratori ed è pregno di quell’humour – difficile a realizzarsi nella scrittura – capace di suscitare il sorriso in solitudine. Allen ci narra la sua vita: dall’infanzia in una famiglia con due genitori che lo amavano ma non andavano d’accordo, pur insieme fino all’ultimo. Un padre “scapestrato” e una madre severa, alla quale preferiva il primo. Il suo amore per il cinema fin da piccolo, dove spendeva tutta la paghetta. Gli iniziali guadagni vendendo “freddure” ad altri comici o a un giornale. I primi matrimoni non fortunati, un tasto dolens che lo accompagnerà. Lo seguiamo nell’interessante, naturale ascesa verso il successo, in maniera onesta, di uomo che si è fatto da solo, sostenuto dal talento e dalla passione. Entriamo nella storia sentimentale con Diane Keaton arrivando alla travagliata relazione con Mia Farrow, all’incontro con la figlia adottiva di quest’ultima, la coreana Soon Y, di trentacinque anni più giovane e tutt’oggi sua moglie. Una parte importante e dolorosa del libro è dedicata alle accuse di molestie verso i figli arrivategli dall’ex compagna Mia Farrow che finora sono state causa di un ostracismo che ha ostacolato il suo lavoro. Dalla testimonianza di Woody Allen, il lettore può farsi sulla vicenda una propria opinione.

Non manca ovviamente in “A proposito di niente” il racconto della vita da sceneggiatore e regista, dei suoi gusti letterari, dei maestri che han fatto da modello – tra gli altri Bob Hope, Groucho Marx, Arthur Miller e Tennessee Williams – il rapporto con gli attori che ha scoperto o hanno dato un’impronta espressiva ai suoi film La sua passione per la musica jazz, i suoi concerti con il clarinetto ai quali accorre una folla di cui sempre si stupisce.  Il libro è pervaso dell’intelligenza del genio cui è chiara la “relatività della grandezza” e il limite della condizione umana. Scrive Woody Allen: “… in quanto artista, invidio le persone che traggono conforto dal credere che le loro azioni sopravvivranno, verranno discusse e in qualche modo li renderanno immortali, più o meno come succede nell’al di là dei cattolici. L’inghippo è che tutti coloro che discutono le opere lasciate dall’artista e ne elogiano la grandezza sono vive e mangiano pastrami, mentre l’artista se ne sta in un’urna funeraria o sepolto nel Queens”.

  • Editore: La nave di Teseo
  • Collana: Oceani
  • Data di Pubblicazione: aprile 2020
  • EAN: 9788834603345
  • ISBN: 8834603346
  • Cartaceo: pag. 400 – Euro 20,90
  • Ebook: euro 15,99    Scaricabile sin da ora

Il cartaceo uscirà nelle librerie alla loro riapertura

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE