Sei qui:  / Articoli / Interni / Sciolto per infiltrazione mafiosa comune Carmiano (Le). Sulla vicenda pesa l’inchiesta di Fabiana Pacella

Sciolto per infiltrazione mafiosa comune Carmiano (Le). Sulla vicenda pesa l’inchiesta di Fabiana Pacella

 

Sciolto per infiltrazione mafiosa il comune di Carmiano, in provincia di Lecce. Una sconfitta per una parte della società civile, una vittoria e un riscatto importanti per lo Stato migliore. Sulla vicenda pesa l’inchiesta giornalistica di Fabiana Pacella, collega che dal 2014 ha acceso un faro sui fatti di quel comune, squarciando il muro del silenzio e partendo dall’indagine sul rinnovo del cda del credito cooperativo, Bcc Terra d’Otranto, che vi ha sede e che già, a marzo, aveva portato al rinvio a giudizio di sei persone tra cui proprio il primo cittadino, Giancarlo Mazzotta (https://www.articolo21.org/2019/03/caso-bcc-terra-dotranto-rinvio-a-giudizio-sindaco-per-metodo-mafioso/ ).

L’amministratore è imputato a vario titolo con gli altri, anche per estorsione aggravata da metodo mafioso.

L’inchiesta costata a Pacella una serie di querele temerarie (due archiviate) e un rinvio a giudizio con l’inizio di due diversi processi, a Milano e Roma, è andata comunque avanti, su diverse testate e da ultimo su Articolo21 e Liberainformazione nella consapevolezza che informare è diritto e dovere insopprimibile di ogni giornalista.

Nei mesi scorsi parlammo del possibile scioglimento di quell’assise (https://www.articolo21.org/2019/03/ci-fu-trattativa-stato-mafia-in-salento-il-complesso-caso-carmiano/  ), lunedì sera l’epilogo a Palazzo Chigi.

Già designati i tre commissari straordinari che dovrebbero insediarsi a palazzo.

“Lo scioglimento per mafia di un comune non è mai del tutto una vittoria – il commento della collega Pacella – perché una parte dello Stato, quello meno puro, perde, e una parte quella sana, vince. I giornalisti non sono eroi, ma gente normale che svolge però un lavoro di grande responsabilità. Consegno questo piccolo risultato a forze dell’ordine e uomini dello Stato bello, dello Stato migliore, e al loro lavoro, importante, silenzioso e quotidano”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.