Sei qui:  / Articoli / Nello Scavo sotto tutela della polizia per le sue inchieste sui migranti

Nello Scavo sotto tutela della polizia per le sue inchieste sui migranti

 

La notizia che ho appreso mi addolora molto: il collega Nello Scavo, dopo aver condotto una splendida inchiesta giornalistica, è sotto tutela della Polizia.
L’inchiesta di Nello, pubblicata in più puntate su Avvenire, ha svelato la presenza di Abd al-Rahman al-Milad, meglio conosciuto come Bija, un trafficante di essere umani all’incontro di Mineo nel 2007 tra le autorità italiane e le autorità libiche per arrivare ad un accordo e bloccare così le partenze di profughi da quel Paese verso il nostro.
Non bastavano le mafie e i terroristi, adesso anche i trafficanti di vite umane minacciano la libertà di informazione.
A Nello, amico oltre che collega, va il mio abbraccio e quello di Articolo21.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.