Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / Congo. Casa Marisa: l’orfanotrofio dove si coltiva il futuro

Congo. Casa Marisa: l’orfanotrofio dove si coltiva il futuro

 

Questa è la storia di un gruppo di amici italiani. Si sono incontrati in un orfanotrofio a Cogelos Kinshasa in Congo e da quel giorno hanno deciso di esaudire il sogno di Marisa Miyakawa, prima finanziatrice della struttura. Hanno dato vita ad una associazione in suo nome “Marisa: Un sorriso per tutti Onlus” e hanno iniziato a raccogliere fondi per sostenere i bambini e i ragazzi che vivono nell’orfanotrofio. Si occupano di tutto: dalla gestione operativa ai gruppi di volontari, dalla vendita di prodotti solidali alle iniziative di fundraising, aperte anche alle aziende. Ma ovviamente il cuore pulsante di Casa Marisa sono loro: 130 bambini e ragazzi, questi ultimi diventati punti di riferimento per i più piccoli.

Vivere a Casa Marisa vuol dire imparare continuamente. Un approccio a tutto tondo che permette ai minori, in condizioni di necessità, di migliorare la propria vita nell’ambiente sociale e culturale in cui sono inseriti. In questi anni hanno realizzato tantissime cose, una delle quali è diventata centrale nelle attività della casa: un orto. Coltivando frutta e ortaggi l’orfanotrofio è diventato autosufficiente. Tutti partecipano alla semina e si sentono responsabili in prima persona del raccolto. “I risultati sono stati sorprendenti – spiega Mauro, presidente dell’associazione – oggi non acquistiamo più verdure al mercato per il pasto quotidiano, tutti i giorni i bambini mangiano verdure e la loro salute fisica è migliorata notevolmente, grazie ad una alimentazione più sana”. Non distante dall’orto c’è anche il pollaio che fornisce tante uova, altro punto di forza della dieta di Casa Marisa.

“Chi dona a Casa Marisa sa esattamente a cosa servirà il suo denaro” ci spiegano. Come nel caso degli aiuti economici ricevuti per abbigliamento, biancheria e calzature o per i kit per la determinazione della malaria e del tifo. Poi ci sono i lavori di manutenzione: in quest’ultimo anno sono riusciti a cambiare tutte le tettoie, a costruire nuovi bagni e docce, montato piccoli pannelli solari per le luci. Come al solito tutti aiutano tutti. E la fatica non si sente.

Insomma grazie alle tante iniziative. al contributo dei donatori sulla campagna di crowdfunding e alle adozioni a distanza a Casa Marisa non mancano le occasioni per festeggiare qualcosa. Come i risultati raggiunti nel campo della formazione e dell’istruzione per i ragazzi e le ragazze, impegnati tra diplomi, lauree e esami di maturità per guardare al futuro con più fiducia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con (*).

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.