Sei qui:  / Cinema / Culture / “A mano disarmata”, un film educativo che commuove

“A mano disarmata”, un film educativo che commuove

 

“ A mano disarmata”, diretto da Claudio Bonivento, racconta di Federica Angeli, la coraggiosa giornalista di Repubblica che con le sue indagini ha fatto luce sui legami tra la mafia di Ostia e la pubblica amministrazione.  Vivendo con la famiglia a Ostia, a due passi dal tristemente noto clan degli Spada, Federica Angeli è stata minacciata di morte ed è sotto scorta dal 2013. Il film è tratto dal suo libro omonimo e ricostruisce gli avvenimenti reali, con qualche personaggio cui è stato cambiato nome, dalle sue prime inchieste sul clan mafioso, fino al caso giudiziario in cui sono sfociate portando all’arresto di 51 persone. Ed è la storia privata di una famiglia – mamma, papà e tre figli – la cui vita è sconvolta perché lei ha osato denunciare chi prospera sul terrore.

Il rifacimento cinematografico si serve di fatti noti al pubblico, come la famosa testata inflitta all’inviato di Nemo, illumina sul clima di omertà e paura vissuto dagli Ostiensi, s’inserisce nel dibattito sulla lotta alla mafia. E ha, soprattutto, la capacità di smuovere le coscienze ed emozionare grazie alla bravura del regista Claudio Bonivento e dell’attrice Claudia Gerini, che dipingono una Federica credibile, con il suo straordinario coraggio e le sue angosce, i dubbi, i sensi di colpa, di essere umano trovatosi in situazioni, non sempre preventivate, dalle quali tornare indietro non era possibile. Dà l’ampiezza del contagio della corruzione con la scoperta, da parte della protagonista, di persone a lei molto care legate al clan mafioso.  Assistendo alla proiezione è impossibile perdere di vista che stiamo guardando la ricostruzione di ciò che è accaduto davvero, che è il nostro presente, piaga del tessuto sociale.

Con i loro sentimenti contraddittori, i personaggi suonano veri: Emanuela Fanelli nei panni dell’amica del cuore, Mirko Frezza in quelli del capo clan, il marito interpretato da Francesco Venditti, il collega di Repubblica alias Francesco Pannofino. “A mano disarmata” ha una colonna sonora efficace a rilevare la suspense, ma comunica anche speranza perché esplicita come contro la mafia si perda se sopraffatti dalla paura. Sarebbe utile far arrivare il film alle scuole.

“A mano disarmata” è attualmente nelle sale

Regia: Claudio Bonivento
Interpreti: Claudia Gerini, Francesco Venditti, Mirko Frezza, Francesco Pannofino, Rodolfo Laganà, Maurizio Mattioli, Emanuela Fanelli
Origine: Italia, 2019
Distribuzione: Eagle Pictures 
Durata: 107′

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE