Sei qui:  / News / Regione Veneto: Zaia e Ciambetti con i giornalisti di Ansa e Askanews in sciopero

Regione Veneto: Zaia e Ciambetti con i giornalisti di Ansa e Askanews in sciopero

 

Nella giornata in cui i giornalisti di Ansa e Askanews sono in sciopero, Luca Zaia, nel tradizionale incontro di fine anno con la stampa, a Palazzo Balbi a Venezia, ha sottolineato con forza il valore pubblico del lavoro dei giornalisti. “Pensiamo alla gravissima ondata di maltempo che ha colpito la montagna bellunese – ha detto il presidente della Regione Veneto – senza il prezioso lavoro dei cronisti sul territorio i riflettori sulla vicenda non sarebbero stati accesi”. Un riconoscimento apprezzato dalla segretaria del Sindacato giornalisti Veneto (Sgv), Monica Andolfatto, che ha portato il saluto della categoria insieme al presidente regionale dell’Ordine, Gianluca Amadori. “Il presidente Zaia – ha sottolineato Andolfatto – ha confermato una positiva attenzione al nostro lavoro, insieme alle istituzioni regionali. Lo abbiamo visto nella durissima vertenza del Messaggero di sant’Antonio su cui la Giunta, attraverso l’assessora delegata, Elena Donazzan, ha dimostrato concreta attenzione. I giornalisti sono lavoratori come gli altri. Peccato che in sede governativa, in particolare dal ministro Luigi Di Maio, vi sia ben altro atteggiamento, tra insulti e tagli ai fondi per il pluralismo che, se attuati, creeranno maggiore precarietà e più disoccupazione”. “Ora ci aspettiamo – ha aggiunto Amadori – che la legge regionale sul sostegno all’editoria sia compiutamente attuata”.

A Zaia e ai convenuti all’incontro è giunto anche un messaggio di Giuseppe Giulietti. “Oggi non potrò essere con voi – ha scritto il presidente della Fnsi – perché sarò a Trento per concordare con il presidente della provincia e l’Università il modo migliore per ricordare Antonio Megalizzi, un giovane che come Valeria Solesin e Giulio Regeni, per citare solo due nomi, aveva sete di conoscenza e amava la libertà di informazione e la fratellanza tra i popoli europei e non solo”. Giulietti ha ricordato le battaglie di questi mesi, condivise unitariamente da Sindacato e Ordine, per difendere la libertà di informazione e salvaguardare le voci delle differenze e delle diversità politiche, sociali, religiose.

Battaglie su cui Zaia, ha sottolineato sempre Giulietti, ha dimostrato attenzione. “Sono certo – ha concluso il presidente della Fnsi – che ci ritroveremo insieme, sia pure nella distinzione dei ruoli, nell’impegno per impedire che siano soppressi i fondi destinati all’editoria e alla emittenza locale che sono tanta parte anche del patrimonio informativo Veneto e che hanno svolto un ruolo essenziale anche nei recenti disastri ambientali che hanno ferito una parte del nostro territorio”.

Parole di apprezzamento per il ruolo fondamentale svolto dalla stampa anche dal presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, che ha incontrato i giornalisti, mercoledì scorso a Palazzo Ferro Fini: “Siete i guardiani della democrazia – ha detto – e un pilastro fondamentale nel trasmettere le istanze del territorio”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE