Sei qui:  / Articoli / Lidia Galeazzo tra i vincitori della terza edizione dei Diversity media awards

Lidia Galeazzo tra i vincitori della terza edizione dei Diversity media awards

 

Tra i vincitori dei  Diversity Media Awards 2018, assegnati ieri, anche la nostra Lidia Galeazzo, storica amica di Articolo 21, per un servizio  del tg2.

Condotta da Fabio Canino, la terza edizione del premio ha visto tra gli ospiti Immanuel Casto, Brunori Sas, Roberto Vecchioni, The Jackal, Andrea Delogu, Salvatore Esposito, Ghemon, Ubaldo Pantani, Stella Jean, Vladimir Luxuria, Bouchra, Riccardo Milani, Filippo Carossino, Annagaia Marchioro, Iconize, Loretta Grace, Martina Dell’Ombra, Gnambox, Shanti Lives, Cleo Toms, Pepitosa e Paola Cortellesi, che ha letto sul palco una lista delle persone che hanno fatto la ‘differenza’, grazie proprio alle proprie ‘diversity’.
Tante le categorie premiate, all’interno di una stagione abbastanza appagante per la rappresentazione della comunità LGBT in tv, sul grande schermo, in libreria, sui quotidiani, in radio, sui social e in radio.

Il padre d’Italia di Fabio Mollo è stato eletto miglior film LGBT dell’anno, con Amore pensaci tu, fiction Mediaset purtroppo cancellata a causa degli ascolti deludenti, incoronata miglior serie tv italiana. Per quanto riguarda la serialità straniera, scontato trionfo per Sense8 di Netflix, con X-Factor a sorpresa miglior programma tv. Tra le pubblicità ricchi applausi per Coconuda e lo spot Amati per come sei, con Vladimir Luxuria protagonista, mentre il DMA per il miglior programma radio è andato alla trasmissione Radio@Gay Village, in onda direttamente dalla manifestazione capitolina. Roberto Saviano, battendo ossi duri come Virginia Raffaele, Michela Murgia, Alberto Angela e Salvatore Esposito, è stato incoronato personaggio dell’anno, con Loretta Grace influencer di stagione davanti al favorito Willwoosh.

Il Diversity Media Awards 2018 per il miglior articolo di costume è stato assegnato a “Donne invisibili?”, apparso su F, mentre a La Stampa è andato il DMA per il miglior articolo di informazione, di Maria Corbi: La vita dei bambini “libellulaprigionieri di un corpo estraneo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE