Sei qui:  / Articoli / Bavagli / Diritti / Minacce e Vittime / VENETO / La campagna “Coraggio” a “Voci per la libertà”, Rosolina Mare 20-23 luglio

La campagna “Coraggio” a “Voci per la libertà”, Rosolina Mare 20-23 luglio

 

La cultura dei diritti sulle spiagge di Rosolina Mare, una formula che funziona e si rinnova anno dopo anno con “Voci per la libertà”, il festival musicale nazionale per Amnesty International in scena dal 20 al 23 luglio prossimi con la ventesima edizione. Durante i giorni della rassegna verrà promossa la nuova campagna “Coraggio”, per difendere chi difende i diritti umani. Un tema particolarmente avvertito in queste ore, in cui dalla Turchia giungono notizie di nuovi arresti proprio di attivisti di Amnesty International, che ricadono assieme a migliaia di altri cittadini e lavoratori nelle maglie della stretta repressiva in atto dopo il fallito golpe di un anno fa. Nei quattro giorni di manifestazione sul palco di piazza Europa dalle 21, secondo una formula collaudatissima, si alterneranno artisti affermati e musicisti emergenti con questi ultimi impegnati in un vero e proprio concorso che incoronerà vincitore chi, a parere dei giurati, avrà interpretato meglio lo spirito della Dichiarazione dei diritti umani. Le nuove otto proposte si incroceranno con le esibizioni di Psycodrummers e The Bastards Sons of Dioniso (giovedì 20 luglio), Diodato (venerdì 21), Lele (sabato 22). A Nada il 23 luglio sarà affidato il gran finale. L’apprezzata cantautrice toscana, infatti, ha vinto il premio Amnesty International per il brano “Ballata triste” sul tema del femminicidio. Il riconoscimento le verrà consegnato alle 18.30 al Centro congressi di piazza Europa, prima del concerto, da Riccardo Noury in rappresentanza di Amnesty International. Il premio, istituito nel 2003, nelle passate edizioni è stato assegnato a Daniele Silvestri, Ivano Fossati, Modena City Ramblers, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Simone Cristicchi, Vinicio Capossela, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia, Frankie Hi-Nrg, Enzo Avitabile, Francesco Guccini, Max e Francesco Gazzè, Edoardo Bennato poi tutti protagonisti della ormai storica rassegna polesana. Quest’anno alla sezione musicale si affiancherà anche una di arti figurative “Arte per la libertà” realizzata con la collaborazione di DeltArte. Saranno esposte installazioni di Collettivo Piano B, Achilleas Souras, Andrea Dodicianni. Tra gli incontri pubblici da segnalare venerdì 21 alle 18.30 al bar Oasi di viale dei Pini quello di presentazione del Rapporto sui diritti umani nel mondo 2016/2017 di Amnesty International. Con Noury ne discuteranno il giornalista Ivan Grozny Compasso ed Elena Guerra del comitato “Verità e giustizia per Mauro Guerra”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE