Diritti violati. Presidio a Napoli contro le violenze in Turchia

0 0

Avvocati e giornalisti napoletani hanno manifestato dinanzi alla sede Rai di viale Marconi per evidenziare ancora una volta i soprusi, le violenze e le ingiustizie delle quali recentemente è vittima parte della popolazione turca. A Istanbul vengono processati due avvocati turchi Ramizan Demir e Aisce Acinikly, colpevoli soltanto di aver difeso i diritti violati di alcuni cittadini
“In Turchia da luglio è stata sospesa ufficialmente la Convenzione sui diritti umani anche se, di fatto, tali diritti venivano negati anche in precedenza con gravissime violenze perpetrate dalla polizia e con limitazioni della libertà di espressione e di stampa. Protestiamo per esprimere la nostra solidarietà – hanno spiegato Armando Rossi e Ottavio Lucarelli, rispettivamente presidente dell’Ordine degli avvocati di Napoli e presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania – ai due avvocati turchi, in stato di detenzione da tre mesi. Facciamo presente che i loro ricorsi sono stati già accolti dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, con condanna dello stato turco”. Alla manifestazione ha partecipato anche la sezione napoletana di Articolo 21.