Sei qui:  / Blog / Campi attrezzati a Roma: tangenti e arresti, la nuova inchiesta

Campi attrezzati a Roma: tangenti e arresti, la nuova inchiesta

 

Ennesimo capitolo della vicenda che vede al centro gli appalti per la gestione dei campi e centri per famiglie rom

Tutto è iniziato con la pubblicazione di “Campi nomadi s.p.a”, rapporto di Associazione 21 luglio che denunciava la poco trasparente – a dir poco – gestione degli appalti relativi ai campi attrezzati di Roma. Era il 2014 e 21 luglio denunciava i costi sostenuti l’anno precedente dall’amministrazione capitolina per portare avanti un lucroso sistema di segregazione: 24 milioni di euro tra villaggi di solidarietà e centri di raccolta.

Da allora di particolari ne sono emersi tanti, grazie alle inchieste portate avanti dalle autorità giudiziarie. Ultimo episodio della vicenda l’arresto di 6 persone: 4 imprenditori e due funzionari del Campidoglio.

Di seguito una rassegna degli articoli che approfondiscono l’argomento:

Altre tangenti in Campidoglio sei arresti per i campi rom, La Stampa

Tangenti per appalti su campi nomadi, arresti in Campidoglio, Il Sole 24 Ore

Soldi, gioielli e anche un escavatore le mazzette per gestire i campi rom, La Repubblica

Tangenti sui rom sei arrestati mazzette portate in Campidoglio, Il Messaggero

Campi rom, corrotti in Comune, Il Fatto Quotidiano

Mazzette e gioielli in Campidoglio per gli appalti truccati dei campi rom, Corriere della Sera

Da cartadiroma

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE