Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Mattarella ad Assisi: “Pensate in grande”

Mattarella ad Assisi: “Pensate in grande”

 

Il Presidente della Repubblica scrive agli organizzatori del Meeting Nazionale delle Scuola per la pace, la fraternità e il dialogo che si apre oggi ad Assisi.

“Agire nel concreto della nostra comunità e guardare lontano, pensare in grande: questi gli obiettivi del grande impegno educativo a cui tutta la società è chiamata per affrontare gli straordinari cambiamenti del nostro tempo.” Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha inviato un caloroso messaggio ai partecipanti e agli organizzatori del Meeting Nazionale delle Scuole per la pace, la fraternità e il dialogo che si apre oggi ad Assisi.

“La pace e la fraternità cominciano dai nostri comportamenti e ci sfidano a procedere con coerenza. Il mio augurio è che l’esperienza di queste giornate aiuti la crescita dei giovani e li incoraggi a farsi costruttori di amicizia e di solidarietà”. “Un apprezzamento particolare – continua il Presidente Mattarella – intendo esprimere per la scelta di dedicare a Giulio Regeni l’edizione di quest’anno del vostro meeting. Non vogliamo e non possiamo dimenticare la sua passione e la sua vita orribilmente spezzata. Fare memoria è un atto di pace che, sono convinto, aiuterà queste giornate di Assisi a produrre nuovi frutti.”

QUESTA MATTINA 11 LABORATORI SUI GRANDI PROBLEMI DEL NOSTRO TEMPO.

NEL POMERIGGIO 13 INCONTRI CON FRANCESCO E QUESTA SERA UNA GRANDE RIFLESSIONE SULL’INDIFFERENZA.

DOMANI LA MARCIA CONTRO I MURI IN SINTONIA CON LA VISITA DI PAPA FRANCESCO A LESBO

Segue il testo integrale del messaggio del Presidente della Repubblica.

Signor Flavio Lotti

Direttore del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e  Diritti Umani. Via della Viola, 21 06122 PERUGIA

Desidero far pervenire un caloroso saluto ai partecipanti e agli organizzatori del Meeting Nazionale delle Scuola per la pace, la fraternità e il dialogo. Il mio augurio è che l’esperienza di queste giornate aiuti la crescita dei giovani e li incoraggi a farsi costruttori di amicizia e di solidarietà.

I luoghi e lo spirito di Assisi scuotono le coscienze, ci interpellano sui valori autentici della vita e ci sollecitano a rompere quell’involucro di indifferenza nel quale talvolta si pensa di trincerarsi. La pace e la fraternità cominciano dai nostri comportamenti e ci sfidano a procedere con coerenza nel percorso della distensione, della cooperazione tra i popoli, della tutela dei diritti fondamentali, della giustizia, del rispetto dell’ambiente, della solidarietà sociale, del contrasto allo sfruttamento, alle violenze e alle guerre.

Agire nel concreto della nostra comunità e guardare lontano, pensare in grande: questi gli obiettivi del grande impegno educativo a cui tutta la società è chiamata per affrontare gli straordinari cambiamenti del nostro tempo. I giovani non sono soltanto il nostro futuro, ma indicano fin d’ora la direzione in cui si stanno muovendo i nostro paese, la nostra Europa, il nostro mondo. La scuola ha un compito importantissimo, ma ciascuno – famiglie, formazioni sociali, associazioni, agenzie informative e culturali – deve fare la propria parte per non lasciare la scuola da sola nella missione educativa.

Un apprezzamento particolare intendo esprimere per la scelta di dedicare a Giulio Regeni l’edizione di quest’anno del vostro meeting. Non vogliamo e non possiamo dimenticare la sua passione e la sua vita orribilmente spezzata. Fare memoria è un atto di pace che, sono convinto, aiuterà queste giornate di Assisi a produrre nuovi frutti.                                                                                             SERGIO MATTARELLA

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE