Sei qui:  / Blog / Malattie rare: i papà forti e instancabili che affrontano le sfide della quotidianità

Malattie rare: i papà forti e instancabili che affrontano le sfide della quotidianità

 

In occasione della Festa del papà, gli auguri di Telethon in un video: sulle note della canzone “Mio cucciolo d’uomo” di Finardi scorrono le immagini di bambini colpiti da una malattia genetica rara per raccontare la quotidianità di diciotto papà

ROMA – “C’é una cosa sola che ti vorrei insegnare: è di far crescere i tuoi sogni e come riuscirli a realizzare. Ma anche che certe volte non si può proprio evitare: se diventano incubi, li devi sapere affrontare”: è la dedica di un padre a suo figlio, il “Cucciolo d’uomo” della canzone, non più recentissima, di Eugenio Finardi. Ma trovano un significato nuovo e forte sulle immagini che Telethon ha scelto per il video lanciato oggi, in vista della prossima Festa del papà. Un video dedicato a quei papà che affrontano ogni giorno gli “incubi” della malattia del figlio. Così, sul testo della canzone di Finardi, scorrono le immagini di padri che giocano, insegnano, accompagnano, accudiscono e curano i loro “cuccioli” disabili. Papà “meravigliosi”, che in tanti “modi meravigliosi” vivono la propria paternità… Continua su redattoresociale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE