Sei qui:  / Opinioni / Rai Way : mani in alto, questa è una rapina…

Rai Way : mani in alto, questa è una rapina…

 

Ci è apparsa così a noi dipendenti e cittadini utenti del servizio pubblico RAI l’espropriazione del 30,5% della SOCIETA RAI WAY che gestisce 2.300 preziosissime antenne di trasmissione del segnale RAI in tutto il territorio nazionale.

Un rapina a mano armata il cui mandante è il governo del NAZARENO.
Sono 60 anni che la RAI trasmette i segnali, prima analogici, ora digitali e persino HD, ma fino a qualche giorno fa sembrava che venissero trasmessi con l’aiuto dello spirito santo mentre ora si scopre che esiste RAI WAY che gestisce egregiamente i segnali tv, radio e telefonici e che si occupa pure di veicolare trasmissioni sensibili per la sicurezza del paese.

Lo spot, anzi la telepromozione, ci conferma che la RAI con i suoi tralicci ha informato, educato e divertito tutto il paese, la televendita ci dice che RAI WAY è bellissima e importantissima, tanto importante che “TUTTO PASSA DA QUI”, recita lo spot…così importante e di valore incommensurabile che, noi furbacchioni, la VENDIAMO al peggior offerente considerando il critico momento economico finanziario.

E’ un po’ come vendersi casa per poi andare in affitto e pagarlo pure salato. Scelte incomprensibili per un buon padre di famiglia ma legittime per i sacerdoti delle privatizzazioni e del libero mercato aperto alle solite lobby del conflitto di interesse. Al contrario di quello che dice il Dg Luigi Gubitosi, mai come ora i partiti e il conflitto di interessi stanno dominando in azienda in piena applicazione dei dettami della Gasparri che il consigliere Pilati ha vergato in prima persona. Il vero amministratore delegato è il presidente del consiglio Renzi e il suo partito della Leopolda, il CDA esegue ordini e funge da tappetino al governo.
Ma gli amministratori RAI e il governo che li (s)governa, sono magnanimi hanno infatti concesso un 10% di azioni ai comuni mortali e dipendenti come PRESA PER I FONDELLI finale. Incredibile signori! Possiamo comprare azioni della società che una volta era DEI CITTADINI e che ci forniva pure utili e dunque stipendi e dunque investimenti. E dovremmo anche ringraziare lor signori per il dono che ci fanno avvertendoci, con un comunicato personale arrivato tramite posta aziendale, che l’acquisto di azioni ci espone, considerando il momento di crisi, a rischi finanziari.
Dopo il danno pure la beffa…

RAI WAY, TUTTO PASSA DA QUI’…speriamo anche le ambulanze del manicomio per portare via chi governa la RAI e il paese.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE