Sei qui:  / Opinioni / Dietro Frontex

Dietro Frontex

 
Annegamento sorvegliato.

Così potremmo tradurre Frontex Plus, il nuovo progetto europeo di vigilanza delle frontiere, che sostituirà Mare Nostrum.Infatti, l’intervento dei mezzi di perlustrazione marina europei avverrà nelle acque territoriali e prevalentemente con elicotteri, che avranno l’unico compito di localizzare le imbarcazioni, senza operare alcun intervento di salvataggio diretto.
Questo lo faranno i mercantili che verranno contattati per chiedere loro di deviare fino al barcone per il trasbordo.

Il nostro Ministro dell’Interno Alfano è raggiante, ma la prospettiva di spostare l’intervento diretto dalla competenza pubblica al volontariato privato è agghiacciante. Perché per un peschereccio, il soccorso è un costo significativo in termini di soldi e tempo e molti troveranno il modo di evitarlo. Non solo, ma la limitazione degli avvistamenti in acque nazionali, significa il “buio” in quelle internazionali, dovi i migranti saranno soli, anche in caso di pericolo.
Appare chiaro che il “non detto” di Frontex Plus sia di far aumentare i naufragi, per far diminuire i flussi. Insomma, all’Europa servono più annegati per avere meno rifugiati.
Un dietro-frontex sul piano umanitario inaccettabile, che peserà sulla coscienza di tutti coloro che non s’indignano per questa euro-ipocrisia omicida.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE