Sei qui:  / Blog / Ambiente. Collaboratrice “LinkSicilia” denuncia intimidazione

Ambiente. Collaboratrice “LinkSicilia” denuncia intimidazione

 

Daniela Giuffrida, attivista del movimento No Muos, si occupa di discariche e depuratori. Ha trovato sulla porta di casa la testa di un topo di fogna

Daniela Giuffrida è una collaboratrice di alcuni siti di informazione, tra cui LinkSicilia e TweetPress. La mattina del 21 maggio scorso ha trovato davanti all’ingresso di casa, a Gravina di Catania, la testa di un topo di fogna. “Sono andata subito a sporgere denuncia ai carabinieri. Hanno notato – racconta – che la testa del topo era stata recisa con un taglio netto e mi hanno detto che si trattava di una grave intimidazione. Io credo sia un segnale, perché scrivo di discariche e depuratori”.

A febbraio, su richiesta del Movimento 5 Stelle, Giuffrida ha consegnato alla Commissione Ambiente e Territorio del Parlamento siciliano l’anticipazione di un rapporto, su cui sta ancora lavorando, riguardo alcune discariche della regione. Ultimamente ha segnalato su LinkSicila irregolarità nel depuratore del Comune di Vittoria (Rg).

“Non smetterò di scrivere – dice Giuffrida – ma da quella mattina di maggio ho paura. Tanto che ho invitato mia figlia a lasciare questa casa. Ora non vive più con me”. Il giornale online le ha manifestato solidarietà.

Giuffrida, consulente per le energie alternative, per LinkSicila segue da tre anni l’attività del movimento No Muos (di cui fa parte) e le questioni ambientali. Non è iscritta all’albo dei giornalisti: “Ho il tesserino della U.S. Press Association, che su richiesta rilascia un tesserino ai free lance”, spiega.

DF

Da ossigenoinformazione.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE