Sei qui:  / Opinioni / Ambasciatori di Palestina ed Israele: basta razzi, no a risposte militari

Ambasciatori di Palestina ed Israele: basta razzi, no a risposte militari

 

Ambasciatore Sabri Ateyeh della Delegazione Palestinese,

Ambasciatore di Israele  Na’or GHILON

molti cittadini italiani sentono l’esigenza di scongiurare l’aggravarsi della crisi tra Palestina ed Israele, che causerebbe altri morti e dolori su entrambi i fronti. Il dialogo può e deve prevalere sulla morte e la distruzione. Per questa profonda convinzione e per l’amicizia che ci lega ad entrambi i vostri Popoli, chiediamo alle Autorità Palestinesi di far cessare immediatamente  il lancio di razzi sul territorio di Israele; chiediamo allo Stato di Israele di valutare con lungimiranza gli enormi danni che una reazione militare contro civili palestinesi provocherebbe al processo di pace, ripreso recentemente anche con l’intervento di Papa Francesco.
 
Ambasciatore Sabri Ateyeh della Delegazione Palestinese,

Ambasciatore di Israele  Na’or GHILON,
oltre 100 civili – molti bambini – sono già morti; intere famiglie hanno visto la loro casa distrutta o vivono nell’angoscia di venire colpite da bombe mentre corrono nei rifugi. Entrambi i vostri popoli pregano il Dio della pace. Ma la vera preghiera è il dialogo tra uomini di buona volontà. Quelli che hanno il coraggio di ascoltare e la forza di domare la vendetta. Noi crediamo nella vostra capacità di fermarvi e parlarvi.
E mettiamo tutta la nostra preoccupazione per i vostri Popoli a sostegno di questo sforzo.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE